Golf, PGA Tour 2019: Gary Woodland allunga al Sentry Tournament of Champions, indietro Francesco Molinari (21°)


Si è concluso nella notte italiana il terzo giro del Sentry Tournament of Champions, primo torneo del 2019 per il PGA Tour, in scena sull’isola di Maui, alle Hawaii (Stati Uniti d’America). Sul par 73 del Plantation Course del Kapalua Resort sono presenti soltanto quei giocatori capaci di conquistare un successo sul circuito americano nello scorso anno. Quando restano diciotto buche da giocare, lo statunitense Gary Woodland ha allungato in testa alla classifica grazie ad un giro in 68. Il 34enne nato in Kansas ha messo a segno un bogey, quattro birdie e uno spettacolare eagle alla 15, imbucando un putt dalla lunghissima distanza.

Woodland, che domani andrà a caccia della quarta vittoria sul PGA Tour, si trova in prima posizione a -17 con tre colpi di vantaggio sul più immediato inseguitore, il nordirlandese Rory McIlroy, anch’egli autore di un giro in 68. Stesso score di giornata per l’australiano Marc Leishman, terzo in solitaria a -13, e per lo statunitense Xander Schauffele, quarto in compagnia del connazionale Bryson DeChamnbeau a -12. Più indietro (e verosimilmente tagliati fuori dalla lotta per la vittoria) un’altra coppia americana, composta da Justin Thomas e Kevin Tway, sesti a -10. All’ottavo posto a -9, insieme allo spagnolo Jon Rahm, il vincitore dello scorso anno, ovvero l’atleta di casa Dustin Johnson. A chiudere le prime dieci posizioni, con nove colpi di ritardo dal leader, lo statunitense Patton Kizzire.

Altro giro non particolarmente brillante per Francesco Molinari, al rientro dopo un 2018 stellare e all’esordio stagionale sul PGA Tour. L’azzurro ha chiuso in 73, pari con il par, mettendo a segno due birdie e due bogey. In classifica il vincitore dell’Open Championship ha perso quattro posizioni, scivolando al 21° posto, con uno score complessivo di -2, in compagnia degli statunitensi Scott Piercy, Matt Kuchar e Patrick Reed. Nella notte italiana il fuoriclasse torinese proverà a recuperare posizioni, anche se la top 10 è piuttosto lontana.

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: masuti / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top