Football americano, NFL 2019: scattano i play-off. Tabelloni e accoppiamenti. Saints e Chiefs le favorite, ma occhio a Patriots e Rams


Dopo un lungo avvicinamento, sotto forma delle 17 settimane di regular season, finalmente è tempo di Playoffs per la NFL 2019. Si inizia, come consuetudine, con il weekend dedicato ai match di Wild Card che metteranno di fronte le squadre classificate dalla terza alla sesta posizione di entrambe le Conference.

Le prime teste di serie, infatti, attendono le vincenti nei match di Divisional che si disputeranno nel prossimo fine settimana. Nella NFC sono i New Orleans Saints ad avere conquistato il vantaggio del fattore campo per tutti i Playoffs, mentre nella AFC il miglior record lo hanno conseguito i Kansas City Chiefs. Le altre due formazioni che possono avvantaggiarsi del primo round di Bye sono, rispettivamente, Los Angeles Rams e New England Patriots.

LE PRIME DELLA CLASSE

Le prime quattro entreranno in scena tra una settimana, e arrivano al momento clou dell’anno in maniera differente. I New Orleans Saints, per esempio, volano. Drew Brees, nonostante i 40 anni, ha disputato una stagione stellare, con 3992 yards, 32 mete e soli 5 intercetti, con un attacco che sembra incontenibile grazie ai running back Alvin Kamara e Brandon Ingram ed al ricevitore Michael Thomas. I Kansas City Chiefs, invece, hanno faticato nelle ultime uscite, e la settimana in più di riposo potrebbe dare una mano. Patrick Mahomes ha chiuso l’anno a livelli spaziali: 50td, 5097yds lanciate e una presenza in campo che lo fa sembrare inarrestabile. Alle loro spalle i soliti New England Patriots, forse all’ultima chiamata. Tom Brady ha 41 anni, Rob Gronkowski, tra acciacchi vari, è ad un passo dal ritiro, per cui la sensazione è netta: i ragazzi di coach Bill Belichick faranno di tutto per stupire ancora. Anche i Los Angeles Rams hanno chiuso rallentando leggermente, con Jared Goff che ha sbagliato molto, ma con due armi come Todd Gurley sulle corse e Aaron McDonald in difesa che non ha nessun altro.

IL WILD CARD ROUND

Il primo weekend ci regalerà quattro sfide da cardiopalma. Si incomincerà sabato alle 22.35 italiane con uno scontro davvero sentito, tra due squadre della AFC South. Gli Houston Texans, infatti, attendono gli Indianapolis Colts per un match che non ha favoriti. La formazione texana si affiderà ai suoi quattro fuoriclasse (su entrambi i lati del campo) ovvero il quarterback Deshaun Watson e il ricevitore DeAndre Hopkins che, in questa annata, non si è fatto scappare nemmeno un lancio. Un record che ha del fantascientifico. In difesa Houston, invece, punterà sulla pressione che JJ Watt e Jadeveon Clowney sanno portare. Una coppia da 25 sacks complessivi. I Colts, invece, qualificati di rincorsa ai Playoffs, dopo un inizio da una vittoria e 5 sconfitte, provano a sfruttare il momento, con un Andrew Luck nuovamente ai suoi livelli in cabina di regia, mentre T.Y. Hilton ha completato un’annata da 1270 yards su ricezione con sei mete.

Il secondo match del sabato metterà di fronte i Dallas Cowboys ai Seattle Seahawks (alle ore 2.15 italiane). I texani provano a spezzare un sortilegio che li vede fallire da troppo tempo nei momenti decisivi della stagione e si affidano ai soliti noti, ovvero Dak Prescott che ha lanciato per 3885 yards e 22 td e, soprattutto, Ezekiel Elliott, re dei running back della stagione regolare con le sue 1434yds, senza dimenticare il WR Amari Cooper che, da quando è arrivato in Texas, ha dato una ulteriore arma a Prescott. Sarà, però, il gioco su corsa a decidere la sfida, con Seattle che vive e muore in questo ambito e punterà su Chris Carson (1151 yards) e Mike Davis (514). Vedremo se Russell Wilson, ancora una volta, sarà in grado di salire di livello e condurre i Seahawks alla vittoria, dopo un’annata da 35td e appena 7 intercetti, con i ricevitori che lo stanno assecondando con prestazioni eccezionali, da Tyler Lockett a Doug Baldwin.

Passando a domenica, invece, il primo match (ore 19.05 italiane) metterà di fronte i Baltimore Ravens ai Los Angeles Chargers. I californiani, nonostante il secondo miglior record della Conference, sono costretti a giocare da testa di serie numero 5, andando a fare visita agli incredibili Ravens di questo periodo. La compagine del Maryland ha vissuto una stagione dai due volti, nella quale ha mandato in panchina il loro QB Joe Flacco, a favore del 21enne Lamar Jackson che, oltre ad essere il più giovane di sempre nel suo ruolo a giocare da titolare nei Playoffs, ha rivoluzionato l’attacco a suon di corse. Tra l’ex QB di Louisville (con 695yds su 147portate) Gus Edwards (718) e Alex Collins (411) i Ravens sono la miglior squadra su corsa e metteranno in seria difficoltà la resistenza difensiva dei Chargers. La squadra di Los Angeles ha disputato una stagione letteralmente scintillante con l’11esimo migliore attacco, sospinta da un Philip Rivers da MVP con 4308yds e 32td. Per sua fortuna torna pienamente a disposizione il running back Melvin Gordon che, nonostante abbia dovuto saltare diverse settimane, ha concluso con 885yds e 10 mete, mentre tra i ricevitori Keenan Allen (per lui 1195yds in stagione) potrebbe fare la differenza. Anche in questo caso si annuncia grande battaglia, ma i Chargers sembrano leggermente favoriti, consci di avere una grande occasione.

Ultimo appuntamento (ore 22.40 italiane), ma non certo in ordine di importanza, quello che metterà di fronte, al Soldier Field di Chicago, i Bears ai campioni in carica Philadelphia Eagles. Come tradizione, la squadra dell’Illinois ha saputo allestire una difesa sensazionale, prima per punti subiti (17.7), terza per yards totali concesse (299.7) e prima per yards su corsa concesse (appena 80). Come se non bastasse l’arrivo di Khalil Mack ha aggiunto grande pressione al QB avversario con i suoi 12.5 sacks, mentre la secondaria ha collezionato ben 27 intercetti. In attacco Chicago non fa faville, ma il QB Mitchell Trubisky ha dimostrato di saper competere, con i running back Tarik Cohen e Jordan Howard che sanno fare la differenza e consumare tempo prezioso sul cronometro. Dall’altra parte quello che gli americani chiamano “Team of destiny”. In questo caso, per la seconda stagione di fila. L’anno scorso gli Eagles hanno conquistato il SuperBowl senza il loro QB titolare, Carson Wents, out per infortunio. Anche nel 2018 il condottiero di Philadelphia si è dovuto fermare e, quindi, Nick Foles prova a ripetere il sogno della scorsa annata. Dopo un avvio di campionato davvero stentato gli Eagles hanno cambiato marcia e arrivano a Chicago senza nulla da perdere, con una difesa nuovamente in forma e un Alshon Jeffery, ex di turno, pronto a fare penare la secondaria dei Bears.

UNO SGUARDO AI DIVISIONAL

Le quattro vincitrici del Wild Card round andranno a sfidare le prime due teste di serie delle rispettive Conference, senza un tabellone già certo e definito. La testa di serie numero uno, ad ogni modo, giocherà in casa contro la testa di serie più bassa che si sarà qualificata, mentre la migliore tra queste se la vedrà con la numero 2, sempre in trasferta. I Playoffs sono ormai ai nastri di partenza. Lo spettacolo non mancherà! Buon divertimento a tutti!

Segui live e in esclusiva i play-off NFL su DAZN

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA NFL

 

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Phillip Rubino / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top