Biathlon, Mondiali Youth/Junior Brezno-Osrblie 2019: nell’individuale juniores ottavi Braunhofer e Comola

Sono scesi in pista gli juniores oggi a Brezno-Osrblie, in Slovacchia, per l’individuale dei Mondiali di categoria di biathlon: buona prova complessiva per l’Italia, che porta a casa tre top 10. Si classificano ottavi sia Patrick Braunhofer che Samuela Comola, mentre è decima Irene Lardschneider. Gli altri piazzamenti degli italiani: al femminile è 24ma Michela Carrara, mentre Eleonora Fauner chiude 41ma, mentre al maschile è 22° Daniele Cappellari, giunge 25° Michael Durand e chiude 50° Cedric Christille.

La 12.5 km individuale femminile va alla cinese Fanqi Meng, che chiude in 40’06″7 (20/20 al poligono), precedendo due tedesche, Juliane Fruehwirt di 1’08″8 (un errore in piedi), seconda, e Franziska Pfnuer di 1’35″8 (20/20 anche per lei). Buona la prova delle azzurrine: Samuela Comola è ottava a 2’13″9 (20/20), Irene Lardschneider giunge decima a 2’39″3 (tre errori, due dei quali nell’ultimo poligono), mentre Michela Carrara chiude 24ma a 4’09″8 (quattro errori, tutti in piedi) ed Eleonora Fauner è 41ma a 5’44″8 (tre errori).

La 15 km individuale maschile è vinta dal transalpino Martin Bourgeois Republique in 44’30″1 (un errore), che, in una gara molto tirata, precede il bielorusso Mikita Labastau di 2″9 (un errore) e il tedesco Danilo Riethmueller di 4″2 (due errori), mentre resta giù dal podio l’altro tedesco Julian Hollandt, quarto a 7″6 nonostante il 20/20 al poligono. Patrick Braunhofer chiude ottavo a 1’29″2 (due errori, entrambi a terra), mentre Daniele Cappellari è 22° a 2’13″1 (tre errori). Michael Durand si classifica 25° a 2’25″3 (un errore), infine è 50° Cedric Christille a 4’43″6 (quattro errori).

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

 

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Leonard Zhukovsky Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
riax
riax
2 anni fa

Premesso che i giovani devono fare l’ esperienza che i grandi dovrebbero già avere, e quindi si può perdonare di più,…ma qui per quanto riguarda gli errori non leggo 5, o l’ oscenità di 8 o addirittura 10 errori come ho letto tra i grandi. Non so se mi sono spiegato.

Calendario Sport Invernali, tutti gli eventi della settimana 28 gennaio-3 febbraio. Programma, orari e tv

Judo, Grand Prix Tel Aviv 2019: l’Italia comincia alla grande il 2019 con 6 podi e le vittorie di Lombardo e Centracchio