Basket, Eurolega 2019: Milano sconfitta in volata a Vitoria, Huertas e Poirier trascinano il Baskonia e inguaiano l’Olimpia

James Mike A|X Armani Exchange Milano - Kirobelt Baskonia Eurolega 2018-2019 Milano 11/11/2018 Foto : Ivan Mancini/ Ciamillo


Arriva un’altra sconfitta per l’Olimpia Milano in Eurolega. Nel 19° turno della massima competizione europea per club la formazione di Simone Pianigiani cade in trasferta per mano del Baskonia Vitoria col punteggio di 80-75: questo risultato finale, inoltre, consente agli uomini di Vladimir Perasovic di ribaltare la differenza canestro, dal momento che al Mediolanum Forum di Assago aveva perso per 93-90, e questo potrebbe contare in caso di arrivo a pari punti all’ultima giornata. Con questa sconfitta l’A|X Armani Exchange scende nel gruppetto in nona posizione con Maccabi Tel Aviv, Zalgiris Kaunas e Panathinaikos, distante una vittoria dal duo Baskonia-Bayern Monaco. Milano porta in doppia cifra solo Mike James con 27 punti, mentre per i baschi ce ne sono 17 di Vincent Poirier, 13 di Marcelinho Huertas, 12 di Shavon Shields e 11 con 10 rimbalzi di Johannes Voigtmann. Da segnalare, inoltre, i 12 assist di Luca Vildoza.

Milano non comincia benissimo la propria partita, visto che per due volte Janning alza la mano dalla lunga distanza e, assieme a Poirier, porta il Baskonia sul 10-4, anche se ci mette metà quarto per farlo poiché nei primi due minuti le difese prevalgono sugli attacchi. James e Micov decidono che l’Olimpia non ha bisogno di andare in apnea da subito e piazzano i punti del parziale di 0-8 che la porta in vantaggio (10-12). Seguono un paio di minuti di equilibrio rotti dalla tripla di Bertans, che manda gli ospiti sul +5 (14-19) e di fatto consente loro di chiudere in vantaggio per 16-21 il primo quarto.

Milano manda in campo diversi elementi del secondo quintetto: il vantaggio non solo non scende, ma si allarga grazie ai lituani e Jerrells, che creano gli spazi giusti in attacco per portare la squadra di Pianigiani sul 25-33. Vitoria tiene il ritmo degli avversari come può con un buon contributo di Voigtmann, ma nel finale James comincia a diventare un martello che trasforma il canestro della Fernando Buesa Arena in un chiodo doloroso per il Baskonia, che finisce sotto di 14 punti. Ne sono necessari 7 in fila realizzati da Hillard e Shields per riportare i padroni di casa sul 42-49 all’intervallo lungo.

Il lavoro nello spogliatoio di coach Perasovic fa il suo effetto al Baskonia, perché al rientro in campo arriva immediata la seconda parte del parziale già avviato a fine secondo periodo, con Poirier e Voigtmann che trovano in soli due minuti il -1 (50-51), prima della tripla di Shields che vale il pari a quota 53. Un altro tiro da tre di Vildoza regala il vantaggio a Vitoria, che nella lotta si esalta e riesce a mantenere un pur minimo margine di vantaggio fino all’ingresso negli ultimi dieci minuti (62-59).

A trascinare il Baskonia arriva Diop, che sfrutta il momento positivo dei suoi e li porta avanti di sette punti (68-61). Proprio quando l’arena che ospiterà le Final Four sembra dare segni di festa anticipata, arrivano Micov e James a punire il mancato cinismo della formazione basca: il parziale di 0-5 che riporta l’Olimpia sotto 68-66 costringe Perasovic al time out. Cinciarini si erge a protagonista per le piccole cose, come un libero e la palla rubata che consegna a James la fuga in transizione per il 70-69, prima che Poirier affondi la schiacciata del nuovo +3 casalingo. Le due squadre non si risparmiano in alcun modo, con un duello che diventa quasi circoscritto a Poirier e James fino all’ultimo minuto, nel quale Vitoria entra avanti di due punti (74-72). Huertas trova una giocata delle sue per il +4, James risponde con un 2/2 ai liberi. Milano trova un raddoppio sull’ex Fortitudo Bologna nel quale gli arbitri vedono un fallo di Cinciarini, il brasiliano fa 2/2 in lunetta. Vildoza va vicino a una palla recuperata, James si vede sputare fuori dal ferro un canestro fatto e poco più tardi si guadagna tre tiri liberi per fallo dello stesso Vildoza a 13″1 dalla fine. Il numero 2 dell’Olimpia, però, tradisce e mette solo un libero su tre, così sul contropiede Huertas chiude la partita (80-75), poi James da nove metri cerca la tripla per mantenere la differenza canestri favorevole, ma non la realizza.

KIROLBET BASKONIA VITORIA GASTEIZ-OLIMPIA A|X ARMANI EXCHANGE MILANO 80-75 (16-21, 42-49, 62-59)

VITORIA – Penava ne, Vildoza 6, Gonzalez ne, Voigtmann 11, Huertas 13, Janning 6, Diop 6, Poirier 17, Garino, Shields 12, Hillard 9. All. Perasovic

MILANO – Della Valle, James 27, Micov 7, Gudaitis 9, Bertans 3, Fontecchio ne, Kuzminskas 8, Cinciarini 5, Burns, Brooks 4, Jerrells 8, Omic 4. All. Pianigiani

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top