Volley, Fabio Giulianelli: “Provo vergogna per questa Civitanova”. Le durissime parole del patron della Lube


Fabio Giulianelli si è letteralmente arrabbiato con la sua Civitanova dopo la sconfitta contro Trento nella Finale del Mondiale per Club 2018 di volley maschile. Il patron della Lube, infatti, ha dichiarato in maniera chiara al Resto del Carlino: “La proprietà non si sente rappresentata da questa squadra e prova solo vergogna“.


Parole molto dure nei confronti dei giocatori e dello staff che sono stati battuti per l’ennesima volta in un atto conclusivo (perse tutte nel finali del 2018). I cucinieri sono tornati a casa e si apprestano a rituffarsi in campionato dove attualmente occupano la terza posizione in classifica (ma con una partita da recuperare), non mancano però dei rumors che parlano di coach Giampaolo Medei in bilico: il mercato estivo è stato faraonico con gli arrivi di Leal, Balaso e Simon a rinforzare un sestetto in cui figurano altri colossi come Osmany Juantorena e Tsvetan Sokolov ma per il momento la forza della squadra si è vista soltanto a sprazzi.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

One Reply to “Volley, Fabio Giulianelli: “Provo vergogna per questa Civitanova”. Le durissime parole del patron della Lube”

  1. Nany74 ha detto:

    Provo davvero tanto dispiacere nel leggere queste parole. Un presidente, dovrebbe essere il tifoso numero uno della propria squadra. Queste sembrano le parole di un mero imprenditore che sperava di raccattare più soldi da questa manifestazione… Per carità, ci sta anche quell’aspetto, ci mancherebbe altro, però………………..boh, quello che posso dire è che a Civitanova manca il carattere di squadra e quella è una firma dell’allenatore, c’è poco da fare. Qui non si parla di una prestazione opaca di questo o quel giocatore, ma di una squadra che (TUTTA) si sciogli negli ultimi scambi di un set decisivo, in una finale secca. Vogliamo pensare che ogni giocatore di Civitanova non abbia le palle per lottare a certi livelli? Io non credo, visti i nomi che circolano in sestetto. Premesso questo, pur non addossando ogni colpa al povero Medei, è abbastanza chiaro che il carattere della Lube è uguale al suo: sprazzi di forza, ma tanta “piattezza”…almeno questa è la mia impressione ed opinione personale, non voglio offendere nessuno!
    Dove voglio arrivare con questo discorso? Semplicemente al fatto che non è la prima volta che succede e sempre con la medesima guida tecnica, ma allora, caro Presidente, che cazzo ci sta a fare lei in società quando bisogna prendere le decisioni su chi tenere e chi cambiare? Ha preso la decisione di continuare con questa guida tecnica nonostante le premesse esattamente identiche della passata stagione? E allora, mi permetta, ma di che cazzo stiamo parlando? Non si sente rappresentato da questa squadra di Campioni (perchè di questo si tratta, non scordiamocelo…)? Allora prenda ed esca dalla società stessa, tolga la sua sponsorizzazione, dia fuoco all’Eurosole (senza nessuno dentro, per carità…), faccia quello che vuole, ma la smetta di rompere le palle a chi in campo ci mette l’anima!!
    Poi mi spiegherà, signor presidente, come faranno ora i giocatori a ritrovare lo stimolo alla lotta per questa maglia…..ora parlo da tifoso Lube: sono io che mi vergogno di avere un presidente (con P minuscola…) del genere!! Dia retta a me, investa i soldi in qualche negozio di scarpe, forse le “calza” meglio! Forza Lube!

Lascia un commento

scroll to top