eSports, l’arena degli sport competitivi e il profilo medio dei player


Il capitolo degli eSports all’ordine del giorno in importanti convegni e tavole rotonde nazionali e internazionali: la scorsa settimana a Milano sono stati illustrati i risultati di un’approfondita analisi condotta da Format Research in collaborazione con l’Associazione Italiana eSports (A.I.eSp.), con particolare riferimento a giochi elettronici competitivi e videogaming. Grazie all’indagine si può ben comprendere il profilo medio dei player e relativi scenari di gioco. I giocatori hanno in prevalenza fino a 24 anni, sono di sesso maschile e utilizzano la consolle e il cellulare per giocare.

Giochi di azione e avventura (65%) e sportivi sono quelli che richiamano maggiormente l’attenzione dei player di riferimento. Tra questi un giocatore su cinque sostiene di essere stato quotidianamente davanti allo schermo; uno su tre gioca addirittura più di una volta al giorno. La durata media di gioco si aggira intorno a un’ora e quarantacinque minuti. La stragrande maggioranza dei giocatori si divertono all’interno della propria abitazione insieme ai propri amici, altri invece optano per avvincenti sfide online.

Il canale di comunicazione più diffuso per reperire informazioni in ambito videogame è certamente Youtube con oltre il 60%, seguito da Facebook che raggiunge quasi il 40%, senza tralasciare il passaparola classico che continua a rivestire una particolare considerazione in tema. A livello di competizioni eSports, l’adesione e appartenenza ad una vera e propria community e la possibilità di spendere del tempo libero insieme ai propri amici rappresentano i fattori di spinta verso la partecipazione allo specifico evento dal vivo. Numerosi appassionati del mondo videogaming si dichiara fan di un team o di un cyber atleta, anche qui il canale Youtube è il più rappresentativo nel dar seguito a determinati personaggi che si tramutano spesso in influencer.

Informazioni e dati sicuramente emblematici che enfatizzano la straordinaria rilevanza del panorama degli eSports. Secondo il report Global Esports Market targato Newzoo quest’anno il giro d’affari degli eSports toccherà quota 905,6 milioni di dollari, con incremento anno per anno del 38%. Tra due anni l’industria degli eSports dovrebbe perfino raggiungere un valore totale di circa 1,5 miliardi di dollari, se non di 2,4 miliardi in un orizzonte previsionale più ottimistico. Anche per questo le nuove piattaforme e applicazioni digitali stanno riscuotendo una considerazione progressivamente maggiore da parte di numerosi brand e colossi aziendali internazionali, pronti ad investire in maniera consistente e ad accaparrarsi una performante fetta di mercato. Perfino le Università italiane cominciano a riflettere con attenzione e determinazione in tema Gamification, al fine di progettare anche specifiche applicazioni di mobilità informativa e sistemi immersivi plurisensoriali e attuativi, integrando concetti quali Digital Storytelling e Realtà Aumentata.

di Daniele Bartocci





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: italiaesports.com

Lascia un commento

scroll to top