Curling, Europei 2018: il regolamento. Round robin, accesso alle semifinali e criteri di qualificazione ai Mondiali


Si avvicina il momento degli Europei 2018 di curling, che prenderanno il via sabato 17 novembre a Tallinn (Estonia). Si tratta del primo grande evento della stagione, che vedrà il confronto diretto tra tutte le nazioni più forti del Vecchio Continente, compresa l’Italia, che proverà ad essere protagonista con entrambe le squadre. Andiamo dunque a dare uno sguardo al regolamento per capire come si svolgerà questo torneo.

Agli Europei 2018 parteciperanno 10 nazioni sia al maschile che al femminile. La formula del torneo prevede un round robin, ovvero un girone in cui ogni squadra affronterà tutte le altre. Al termine delle partite le prime quattro classificate accederanno alle semifinali. In particolare la prima in graduatoria affronterà la quarta, mentre la seconda sfiderà la terza. Come di consueto poi le due vincitrici si giocheranno l’oro, mentre le due perdenti il bronzo. In caso di parità in classifica, si guardano gli scontri diretti. In alcuni casi però (con tre o più squadre in parità) ciò non basta per decidere chi avanza e bisogna quindi ricorrere al Draw Shot Challenge, ovvero una graduatoria a parte che premia la squadra che ha effettuato i migliori tiri delle ultime stone.

In questo torneo sono però determinati anche le posizioni di rincalzo, visto che le ultime due nazioni in classifica verranno retrocesse nella Divisione B per i prossimi Europei. Le squadre dovranno quindi essere concentrate fino all’ultimo, perché una volta sfumate le semifinali, bisognerà continuare comunque a lottare per ottenere un buon piazzamento in classifica.

Infine per quanto riguarda i criteri di qualificazione ai Mondiali, al maschile otterranno il pass le prime sette squadre. Al femminile passeranno invece le prime sei squadre oltre alla Danimarca, già qualificata di diritto in quanto paese ospitante. Da quest’anno ci sarà però un’importante novità. Infatti le prime due squadre non qualificate direttamente potranno partecipare al World Qualification Event del prossimo gennaio, in cui otto nazioni si giocheranno gli ultimi due posti per la rassegna iridata.

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: WCF / Richard Gray

Lascia un commento

scroll to top