Basket, Champions League 2018-2019: Avellino corsara a Le Mans, Bologna batte Strasburgo e vince la sesta di fila

Kevin Punter Segafredo Virtus Bologna - Red October Cantu Legabasket Serie A 2018/2019 Bologna, 11/11/2018 Foto M.Ceretti / Ciamillo-Castoria


Procede spedita la marcia delle squadre italiane nella Basketball Champions League 2018-2019. In un vero doppio confronto Italia-Francia, la Sidigas Avellino ha espugnato l’Antares di Le Mans col punteggio di 74-77, mentre la Segafredo Virtus Bologna ha mantenuto la propria imbattibilità europea: con la vittoria per 87-81 sul SIG Strasburgo, sono sei le vittorie consecutive su sei turni giocati.

LE MANS SARTHE BASKET-SIDIGAS AVELLINO 74-77
Quella di Avellino è una vittoria dal notevole peso specifico, che serve a riprendere al comando del girone A l’UCAM Murcia, sconfitto oggi a Lugwidsburg. La partenza, però, è da incubo: 7-0 Le Mans, con Tabu, Hendrix e Clark a fare tutto nei primi due minuti. Hendrix, in particolare, domina la partita fino al 15-3 di metà primo quarto, poi Cole riporta nelle vicinanze gli ospiti e, bene o male, riduce a cinque i punti di distacco a fine primo quarto (20-15). Il distacco viene del tutto annullato da una tripla di Filloy (20-20), poi, sul 27-22, arriva un parziale irpino di 0-9 che coinvolge tutta la squadra. Le Mans non ci sta, trova Bigote e Cornelie da tre e si va all’intervallo sul 39-37 con due punti di Yeguete. Nel terzo periodo Avellino tira fuori il break di 0-13 che porta dal 43-37 al 43-50 il punteggio grazie a una gran presenza di Filloy e Green. La squadra di Nenad Vucinic sale ancora più in alto, fino al +12 (45-57), ma non c’è tempo per le feste: dal 55-63 di fine terzo quarto i padroni di casa risalgono fino al 60-63 con Thompson che fatica a essere contenuto. Faticando, la Sidigas riesce a non far avvicinare mai a meno di due punti la squadra di Eric Bartecheky, ma rischia: sul 72-74 a meno di un minuto dalla fine Tarpey prima e Clark poi hanno la tripla del sorpasso: errore, lunetta per Cole e giochi chiusi.
TOP SCORER – Le Mans: Thompson 20; Avellino: Cole 22

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA-SIG STRASBURGO 87-81
C’è il marchio di Kevin Punter sulla vittoria virtussina: sono 26 i suoi punti, quelli che mandano ancora più in alto la squadra allenata da Pino Sacripanti. L’inizio, in realtà, è buono per Strasburgo, che si porta subito avanti con Serron e Collins e un intermezzo di Mike Green. Il 10-18 ospite (che diventa 13-18 a fine primo quarto) viene quasi riavvicinato dalla panchina bolognese, ma Strasburgo inizia a giocare quasi all’elastico, avvicinandosi e allontanandosi per alcuni minuti con la buona vena di Jarell. Il vantaggio virtussino arriva su alley-oop di Taylor per Kravic, assieme ai quali collabora Pajola per il +5. Gli ospiti non ci stanno, passano di nuovo avanti con Serron, ma Baldi Rossi firma il 40 pari dell’intervallo lungo. L’equilibrio non si sblocca nemmeno nel terzo periodo, ma nell’ultimo Taylor e Kravic (67-60) provano a dare la spallata decisiva. Il tentativo va a vuoto, perché Traoré, Nzeulie e Jarell rimandano in un attimo gli ospiti avanti (67-69). Tocca allora a Punter fare la parte del protagonista in un altro parziale di 9-0, questa volta casalingo: il numero 0 virtussino è inarrestabile e conduce Bologna alla sesta vittoria di fila nella competizione.
TOP SCORER – Bologna: Punter 26; Strasburgo: Collins 20





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top