Sci alpino, Coppa del Mondo 2018-2019: le gigantiste dell’Italia ai raggi X. Federica Brignone e Marta Bassino le punte di diamante


Sabato comincia la Coppa del Mondo femminile di sci alpino. Si parte come sempre con il gigante di Soelden, vero e proprio antipasto della stagione che verrà. Già dalla gara sul Rettenbach, l’Italia vuole essere protagonista con le proprie gigantiste. Una squadra sicuramente competitiva e con due punte che possono lottare per vincere la coppa di specialità o almeno inserirsi nelle posizioni di vertice della classifica.

Federica Brignone è sicuramente la numero uno del gigante femminile italiano. La medaglia di bronzo alle ultime Olimpiadi ha sicuramente posto ancora di più la milanese tra le migliori della specialità. Proprio per questo motivo il grande obiettivo dell’azzurra è quello di conquistare la coppetta di gigante o comunque di provarci fino all’ultimo. Partire già bene a Soelden potrebbe aiutare Brignone, che proprio sulla pista austriaca ha ottenuto la prima vittoria della carriera nel 2015. Da quel momento ne sono arrivate altre sette (tre in gigante) e sicuramente Federica vorrà raggiungere la doppia cifra.

L’altra punta di diamante della squadra azzurra è Marta Bassino. La piemontese è ancora alla ricerca della prima vittoria in Coppa del Mondo e questo è il primo obiettivo da centrare in questa stagione. Un anno che deve essere quello della definitiva maturazione per l’azzurra, a cui si chiede un ulteriore salto di qualità e soprattutto una maggior continuità dopo alcune stagioni troppo altalenanti. Il talento c’è ed è sicuramente cristallino, ma ora è arrivato il momento di ottenere risultati importanti.

Non c’è più Manuela Moelgg, che nelle ultime stagioni è stata grandissima protagonista in gigante con tanti podi, ma con quella vittoria che alla fine è sempre sfumata. Ci sono poi alcune azzurre che possono recitare il ruolo delle outsider come Irene Curtoni e Francesca Marsaglia. C’è poi l’attesa per rivedere in gara Karoline Pichler: l’azzurra, classe 1994, è sempre stata considerata un talento del gigante, ma gli infortuni hanno costellato e condizionato tutta la sua carriera. La speranza è quella che la nativa di Bolzano possa finalmente vivere una stagione serena, dove poter dimostrare le sue qualità.

Della squadra di gigante fa ovviamente parte Sofia Goggia. Purtroppo l’infortunio al malleolo peroneale costringerà la campionessa olimpica di discesa ad uno stop di alcuni mesi. Sofia tornerà in gara solamente a gennaio e sicuramente vorrà essere protagonista nella rassegna iridata di Are non solo nella velocità, ma anche in gigante, dove si è allenata duramente tutta l’estate con l’ottica di lanciare la sfida a Mikaela Shiffrin per la classifica generale.

 





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto Cristiano Barni/Shutterstock

One Reply to “Sci alpino, Coppa del Mondo 2018-2019: le gigantiste dell’Italia ai raggi X. Federica Brignone e Marta Bassino le punte di diamante”

  1. Fabio90 ha detto:

    L’infortunio di Sofia Goggia è una delle notizie piu brutte degli ultimi tempi, eravamo tutti pronti a goderci gara per gara una possibile lotta per la coppa del mondo, la sensazione era che potesse essere l’anno giusto quantomeno per provarci! e invece no…comunque punterà ai mondiali e speriamo ci arrivi bene.

Lascia un commento

scroll to top