Vuelta a España 2018: le pagelle della diciassettesima tappa. Nibali sempre più convincente, Enric Mas brillante, crolla Quintana


Il Balcòn de Bizkaia incorona Michael Woods. Il canadese giunge all’arrivo in salita in solitaria della diciassettesima tappa della Vuelta a España 2018 sopravanzando a uno a uno su tutti i compagni di fuga. Ottimi segnali da parte di Vincenzo Nibali, che è scattato poco prima dell’ascesa precedente. In ottica classifica generale si è creata selezione tra i big nelle ultime migliaia di metri prima del traguardo: ottimi Alejandro Valverde ed Enric Mas, male invece Nairo Quintana. Andiamo a scoprire i voti dei protagonisti della diciassettesima tappa. 

PAGELLE DICIASSETTESIMA TAPPA VUELTA A ESPAÑA

Michael Woods 9: come prevedibile la salita conclusiva si sarebbe rivelata quella che avrebbe decretato il vincitore di tappa. Il canadese della Education First riesce a mantenere sempre le prime posizioni del gruppo e non si fa sorprendere dalla progressione di David De La Cruz, anzi contrattacca in solitaria andando a conquistare il primo successo in un Grande Giro.

Vincenzo Nibali 8: in costante crescita giorno dopo oggi, oggi lo Squalo è andato a caccia della tappa. Il fuoriclasse 33enne si è inserito nella fuga giusta, poi ha cercato di saggiare le proprie condizioni attaccando qualche chilometro prima dell’Alto de Gontzegaraine. Peccato solo per aver perso terreno nel tratto finale, conclude 10° a 1’48” da Woods, ma ancora una volta il siciliano ha lanciato segnali convincenti in vista del Mondiale di Innsbruck.

Enric Mas 8: si temeva che il giovane iberico si facesse prendere dall’emozione, per la prima volta nella sua carriera in lotta per un piazzamento di valore nella graduatoria generale. Invece dal corridore della Quick-Step Floors è apparso quello con una migliore condizione tra i big. Guadagna 8 secondi da Simon Yates, ma soprattutto scavalca Steven Kruijswijk e Nairo Quintana in classifica generale, balzando provvisoriamente sul gradino più basso del podio a 1’22” dal leader.

Alejandro Valverde 7,5: l’attacco del 38enne spagnolo è arrivato nel momento giusto, approfittando del momento di difficoltà del suo diretto avversario, Simon Yates. Sul Balcòn de Bizkaia il nuovo capitano della Movistar (dato che Quintana ha perso terreno) ha guadagnato 8″ rispetto all’attuale maglia rossa, restringendo il margine a soli 25″.

Simon Yates 6: l’abbiamo visto sempre brillante in salita la scorsa settimana, stavolta invece ha perso una manciata di secondi dagli spagnoli Valverde e Mas, scattati nelle ultime centinaia di metri dall’arrivo. Il britannico della Mitchelton-Scott mantiene comunque sulle spalle il simbolo del primato, ma deve stare attento a non ripetere l’errore commesso quattro mesi fa al Giro d’Italia.

Miguel Angel Lopez 5,5: il colombiano dell’Astana limita i danni perdendo soltanto due secondi dal leader della generale. Rimane comunque una prova opaca in ascesa, con l’unica consolazione di aver guadagnato due posizioni sull’olandese Kruijswijk e il connazionale Quintana.

Steven Kruijswijk 5: il 31enne olandese paga gli sforzi commessi il giorno precedente nella corsa contro il tempo. Tutto il margine che aveva guadagnato ora lo perde a discapito di Miguel Angel Lopez. Giunto al traguardo con un minuto abbondante dalla coppia iberica Mas-Valverde e 54″ dal colombiano dell’Astana, il capitano della Lotto NL-Jumbo scivola al quinto posto in generale con un passivo di 1’48” dall’attuale leader della corsa, rischiando così di vedersi svanire le ambizioni di successo.

Nairo Quintana 4: probabilmente al termine di questa frazione il Condor le ha perse completamente le ambizioni di un trionfo generale. E’ il primo tra gli uomini di classifica a non tenere il ritmo e staccarsi dal gruppo dei migliori. Chiude a 1’04” di distanza da Enric Mas e Alejandro Valverde, perdendo così anche la quarta posizione nella graduatoria generale e i gradi di capitano della Movistar. Una giornataccia per il 28enne colombiano.





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

luca.montanari@oasport.it

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

scroll to top