Tennis, Su-Wei Hsieh vince ad Hiroshima, Pauline Parmentier si impone a Quebec City

oa-logo-correlati.png

Nel fine settimana in cui l’attenzione mediatica in ambito tennistico è tutta per le semifinali di Coppa Davis, si concludono due tornei WTA International, ad Hiroshima, in Giappone, e a Quebec City, in Canada. Sul cemento outdoor nipponico si impone l’atleta di Cina Taipei, Su-Wei Hsieh, mentre sul cemento indoor nordamericano la spunta la transalpina Pauline Parmentier.

Ad Hiroshima la finale vede la numero due del seeding, la tennista di Cina Taipei, Su-Wei Hsieh, battere nell’atto conclusivo la statunitense Amanda Anisimova con un doppio 6-2 maturato in poco meno di un’ora di gioco. Partite molto simili sia per durata che per svolgimento: nel primo set l’allungo della numero 40 WTA arriva nel terzo gioco. La statunitense non riesce ad opporre resistenza e concede un secondo break nel quinto game. Sul 4-1 pesante Hsieh amministra e chiude agevolmente 6-2. Seconda partita in fotocopia: break griffati Hsieh nel terzo e nel quinto gioco, ma questa volta Anisimova reagisce e si riprende uno dei due break, andando 2-4 e servizio. E’ il canto del cigno: la tennista di Taipei vince i sette punti seguenti e chiude al secondo match point.

A Quebec City l’ultimo atto incorona la transalpina Pauline Parmentier, testa di serie numero 8, che batte la statunitense Jessica Pegula con lo score di 7-5 6-2 in un’ora e mezza di gioco. Nel primo set però la francese va sotto, cedendo il servizio nel quarto game, ma è brava a centrare il controbreak nel settimo gioco e a ricucire il ritardo rientrando sul 4-4. Il break decisivo invece è della transalpina ed arriva nell’undicesimo game. Sul 6-5 la francese va a servire per il set, si ritrova sotto 0-30, poi infila quattro punti e porta a casa la partita. Nella frazione non c’è partita, la numero 69 WTA vola rapidamente 4-0 e poi spreca anche tre match point in risposta sul 5-1, chiudendo poi alla successiva occasione sul 6-2.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Youtube

roberto.santangelo@oasport.it

Lascia un commento

scroll to top