Scherma paralimpica, Europei Terni 2018: Bebe Vio ancora d’oro, medaglie per Mogos e Giordan

scherma-bebe-vio-coppa-del-mondo-pisa-fb-bizzi.jpg

Beatrice “Bebe” Vio è nuovamente Campionessa d’Europa. Terzo oro continentale per la straordinaria fiorettista veneta, che dopo le vittorie nel 2014 e nel 2016, conquista la vittoria anche ai Campionati Europei 2018 di scherma paralimpica a Terni nella prova di fioretto femminile categoria B.

Bebe ha dominato la fase a gironi con cinque vittorie in altrettanti assalti. Successivamente sono arrivate le vittorie nei quarti di finale contro la russa Ludmila Vasileva per 15-8 e poi quella in semifinale contro la bielorussa Alesia Makrytskaya per 15-9. In finale poi l’azzurra ha offerto una dimostrazione della sua classe, demolendo con un perentorio 15-1 la russa Irina Mishurova.

Queste le parole di Bebe Vio dal sito della Federscherma: “Una gran bella emozione perchè gareggiare in casa è tutta un’altra storia. Sto provando nuove cose dal punto di vista tecnico e sono contenta perché il lavoro si vede. Ho faticato in semifinale contro la bielorussa, poi in finale mi sono gasata anche grazie al pubblico di Terni. Ma adesso si pensa alla gara a squadre”.

Una giornata che ha regalato altre medaglie all’Italia. La prima è l’argento di Andreea Mogos nella prova di fioretto femminile categoria A. La piemontese è stato sconfitta in finale dall’ungherese Eva Hajmasi per 15-13, complici anche i sette cartellini rossi inflitti all’azzurra.

La seconda, invece, è il bronzo di Edoardo Giordan nella sciabola maschile categoria A. L’azzurro è stato sconfitto in semifinale dalll’ungherese Richard Osvath per 15-8. Il titolo mondiale è andato all’ucraino Demchuk, che ha superato Osvath per 15-12.

Nella spada maschile categoria B, i tre portacolori azzurri Lorenzo Major, Michele Vaglini e Davide Costi si sono fermati nella fase a gironi. La vittoria è andata al britannico Coutya, che ha superato 15-5 il bielorusso Pranevich per 15-5.

 





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

scroll to top