Pentathlon, Mondiali 2018: Anastasiya Prokopenko vince l’oro in rimonta nella prova individuale, lontane le italiane


Grazie ad una strepitosa rimonta nella laser run finale Anastasiya Prokopenko vince la medaglia d’oro nella prova individuale femminile dei Mondiali di pentathlon moderno in corso di svolgimento a Città del Messico. La bielorussa, infatti, completa la sua prova con 1346 punti totali, precedendo la tedesca Annika Schleu con 1332 e la francese Maria Oteiza che, dopo aver condotto a lungo la gara, si deve accontentare della medaglia meno pregiata con 1329 punti.

Quarta posizione per la prima ungherese, Zsofia Foldhazi con 1320 punti, quinta per la russa Uliana Batashova con 1318, sesta per l’ungherese Sarolta Kovacs che, dopo un vero e proprio crollo nella laser run, lascia le posizioni da medaglia e chiude solamente sesta a quota 1312. Settima, invece, la tedesca Janine Kohlmann con 1310 punti, davanti alla messicana Mayan Oliver con 1302, quindi la russa Ekaterina Khuraskina nona con 1301 e la turca Ilke Ozyuksel decima con 1297.

Giornata davvero amara per le azzurre. La migliore delle nostre risulta Alice Sotero con 1295 punti, 12esima dopo una prova con pochi guizzi, mentre la delusione più bruciante arriva da Francesca Tognetti che, dopo essere rimasta a lungo in lizza per la medaglia di bronzo, rovina tutto nella laser run, chiudendo appena in 23esima posizione con 1260 punti. 35esima, e penultima, Alessandra Frezza, che paga l’eliminazione nella prove di equitazione e si ferma a quota 948.

LA GARA

Si riparte dopo il ranking round di scherma disputato nella giornata di ieri, con il quarto posto di Francesca Tognetti (mentre Alice Sotero ed Alessandra Frezza avevano chiuso più indietro) alle spalle della francese Marie Oteiza, davanti all’ungherese Sarolta Kovacs, e alla russa Uliana Batashova, è partita la gara odierna. 

La prima prova è stata il nuoto, con la russa Gulnaz Gudaydullina che ha chiuso con il tempo di 2:08.71 per 293 punti, davanti a Sarolta Kovacs in 2:09.81 (291 punti) quindi la giapponese Masaki Uchida 2:11.01 (288), quarta la nostra Alice Sotero in 2:11.76 (287) mentre al quinto posto si è classificata la francese Elodie Clouvel in 2:12.23 (286). Sesta posizione per la seconda ungherese, Zsofia Foldhazi in 2:12.88 (285), mentre è decima Marie Oteiza in 2:14.48 per 282 punti. Solamente 27esima e 28esima Alessandra Frezza in 2:22.65 (265) e Francesca Tognetti in 2:23.86 (263).

Le atlete hanno iniziato con il bonus round di scherma con Marie Oteiza che ha avuto la meglio di Sarolta Kovacs, quindi si è classificata terza la bielorussa Anastasiya Prokopenko. Dopo le prime due prove la magiara comanda la scena con 536 punti, davanti alla francese con due punti di distacco, mentre al terzo posto c’è la russa Uliana Batashova con 519. La prima delle azzurre è Francesca Tognetti, settima con 495 punti, mentre Alice Sotero è 18esima con 479 e Alessandra Frezza è 31esima con 446.

Si è passati, quindi, all‘equitazione con Alessandra Frezza che è stata eliminata per colpa del cavallo che si è rifiutato di saltare in ben quattro occasioni con conseguenti 44 punti di penalità. Migliori prestazioni per la britannica Kate French, per la cinese Mingyu Zhang, Marie Oteiza e la nostra Francesca Tognetti con 300 punti. A quota 293, invece, Sarolta Kovacs e la tedesca Annika Schleu. 17esima posizione per Alice Sotero con 286 punti.

Dopo tre prove su cinque, la francese Marie Oteiza è al comando con 834 punti, avendo superato Sarolta Kovacs con 829. Terza posizione per Uliana Batashova con 804 che mantiene 9 lunghezze di vantaggio sulla nostra Federica Tognetti in piena lotta per la medaglia di bronzo.

La conclusione, come sempre, è stata dedicata alla laser run con la rimonta di Anastasiya Prokopenko che, grazie alla seconda prestazione assoluta in 12:08.23 conquista 572 punti che la mandano in vetta. Terzo tempo per la messicana Mayan Oliver in 12:13.89 per 567 punti che le permettono di raggiungere l’ottavo posto, mentre crolla Maria Oteiza con appena il 26esimo tempo in 13:25.14 che la retrocede alla medaglia di bronzo. Fa addirittura peggio Sarolta Kovacs che termina la laser run in 32esima piazza in 13:37.28 per 483 punti che la portano solamente in sesta posizione, lontana dalle medaglie.

 

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL PENTATHLON

 





alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Anastasiya Prokopenko

Lascia un commento

scroll to top