Show Player

LIVE Vuelta a España 2018 in DIRETTA: ELIA VIVIANI VOLA A MADRID! Bruciati Peter Sagan e Giacomo Nizzolo



Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della ventunesima e ultima tappa della Vuelta a España 2018. Passerella finale da Alcorcòn a Madrid, per un totale di 100 km interamente pianeggianti, tra cui 12 giri sul circuito cittadino che si destreggia fra le strade principali della capitale spagnola. Gli uomini della Mitchelton-Scott festeggiano il trionfo generale del proprio capitano, Simon Yates, che completa l’en plein del Regno Unito nei grandi giri quest’anno (grazie alle vittorie di Chris Froome al Giro d’Italia e Geraint Thomas al Tour de France). La graduatoria ufficiale infatti è pressoché delineata, dato che oggi il plotone transiterà quasi certamente a ranghi compatti sul traguardo madrileno, con il 26enne di Bury che verrà premiato al termine della frazione odierna. Sul podio anche il promettente spagnolo Enric Mas (Quick-Step Floors) e il colombiano Miguel Angel Lopez (Astana).

Come anticipato in precedenza, è previsto con ogni probabilità un arrivo in volata: si riaccende la sfida tra la maglia tricolore Elia Viviani e il campione iridato Peter Sagan. Il veronese va a caccia del tris alla Vuelta e soprattutto con l’obiettivo di consolidare la propria leadership nel numero di vittorie stagionali (per ora il contatore è fermo a 17), mentre lo slovacco deve ancora mettere le ruote davanti a tutti quest’anno sul suolo iberico. Outsider l’olandese Danny Van Poppel e gli italiani Giacomo Nizzolo, Matteo Trentin e Simone Consonni.

Loading...
Loading...

OASport vi propone la DIRETTA LIVE della ventunesima tappa della Vuelta a España 2018: cronaca in tempo reale ed aggiornamenti costanti per non perdervi nulla di questa corsa. Appuntamento alle 17.00. Buon divertimento! (Foto: Comunicato RCS)

La tappa di oggi – La classifica generale

CLICCA IL TASTO F5 DA DESKTOP O FAI REFRESH SUI TUOI DISPOSITIVI MOBILE PER AGGIORNARE LA PAGINA

Cala il sipario sulla Vuelta a España 2018 con il trionfo generale di Simon Yates! Speriamo vi siate divertiti insieme a noi nel corso delle tre settimane. Buona serata!

19.52 Questo l’ordine d’arrivo dei primi 5, da segnalare anche un ottimo Simone Consonni (7°), ottavo Matteo Trentin

1. Elia Viviani (Quick-Step Floors)
2. Peter Sagan (Bora-Hansgrohe)
3. Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo)
4. Danny Van Poppel (LottoNL-Jumbo)
5. Marc Sarreau (Groupama-FDJ)

19.49 Bruciati Peter Sagan e Giacomo Nizzolo! Forse la più bella delle tre vittorie di Viviani nella corsa a tappe iberica!!

19.49 ELIA VIVIANIIIIIIIII!!!!!! PAZZESCA VITTORIA!!!! Disorganizzato il team, la maglia tricolore costretta a fare tutto da solo ma vince comunque con una rimonta fantastica!!!

19.48 Ultimo tornante, ULTIMO CHILOMETRO!

19.47 Pazzesco, si toccano i 70 km/h! Sabatini si porta al comando, ma non c’è Viviani a ruota, attenzione!

19.45 Groupama-FDJ in testa, si affianca anche il treno Sunweb. Le squadre dei velocisti più quotati rimangono indietro, mancano solo 2 km

19.44 Aumenta in maniera impressionante il ritmo, si raggiungono velocità folli in testa al gruppo! E’ tutto pronto per il gran finale della Vuelta!

19.42 Gruppo di nuovo compatto! Un corridore AG2R prova a contrattaccare passando per primo sulla linea del traguardo. INIZIA L’ULTIMO GIRO!

19.40 I tre uomini in testa stanno dando il massimo ma il gruppo è ormai alle loro spalle… Vincenzo Nibali si porta in testa al plotone, ultime fatiche per lo Squalo!

19.38 -10 km. I fuggitivi possiedono ancora un vantaggio di circa 100 m dal gruppone

19.35 -11,8 km al traguardo. Il margine tra il terzetto di testa e il plotone è di 7″ quando mancano due tornate al termine della corsa

19.31 I fuggitivi stanno per essere raggiunti nonostante stiano mantenendo un passo elevatissimo

19.29 Tre giri al termine: ancora il terzetto composto da Diego Rubio, Joey Rosskopf e Garikoitz Bravo al comando. Gruppo maglia rossa distante meno di 10″

19.28 Tante forature lungo il circuito di Madrid! Anche Pello Bilbao, Josè Herrada e Michael Woods costretti al cambio bici

19.26 Il gruppo torna a farsi sotto, il margine diminuisce a 11″

19.22 Lotto NL-Jumbo a dettare l’andatura nel gruppo maglia rossa, ma il distacco non decresce, anzi sale a 15″. In tutti i casi pare quasi impossibile che i quattro attaccanti giungano davanti a tutti sul traguardo

19.20 Meno di 25 km all’arrivo e i fuggitivi mantengono un vantaggio che si aggira intorno ai 13″

19.17 Foratura per Nikita Stalnov. Il corridore dell’Astana era uno dei componenti della fuga, dunque viene raggiunto e superato dal gruppo

19.13 La velocità media negli ultimi 30 minuti è di oltre 52 km/h. Un passo elevatissimo dovuto al fatto che il percorso è molto breve e completamente pianeggiante

19.11 I leader della corsa mantengono un margine di 16″ di distacco dal plotone

19.07 -35 km al traguardo. I quattro uomini in testa possiedono 13″ di vantaggio rispetto al gruppo maglia rossa. Difficile che la fuga possa andare in porto. Sei giri al termine della corsa

19.04 Diego Rubio (Burgos-BH), Joey Rosskopf (BMC Racing Team) e Nikita Stalnov (Astana) sono i primi a staccarsi dal plotone. A questi si è aggiunto poco dopo Garikoitz Bravo (Euskadi-Murias). Il quartetto all’attacco ha un vantaggio di 20″ dal gruppo degli inseguitori

19.00 Ai -44km la fuga viene neutralizzata. Contrattacco di un terzetto che guadagna immediatamente una manciata di metri

18.56 Aumenta l’andatura dei fuggitivi e degli inseguitori e alcuni elementi all’attacco vengono risucchiati dal gruppone. Alessandro De Marchi mantiene ancora la testa della corsa, ma sta per essere ripreso anche lui

18.54 Quarto passaggio sotto il traguardo, la carovana viaggia a velocità altissima. Alcuni corridori si aggiungono ai fuggitivi, con De Marchi che detta il ritmo

18.51 Le squadre dei velocisti mantengono alle strette i fuggitivi, il gap è di 6″

18.48 Nove giri alla conclusione. Il sestetto degli attaccanti al comando con un vantaggio di circa 15″ dal plotone

18.46 Ecco i nomi dei sei fuggitivi: Alessandro De Marchi (BMC Racing Team), Tiago Machado (Katusha Alpecin), Jetse Bol (Burgos-BH), Loïc Chetout, Stéphane Rossetto (Cofidis) e Mikel Iturria (Euskadi-Murias)

18.43 Questo l’ordine d’arrivo allo sprint intermedio situato al secondo passaggio sotto la linea del traguardo
1. Nikita Stalnov (Astana)
2. Léo Vincent (Groupama-FDJ)
3. Jose Herrada (Cofidis)

18.41 -57 km all’arrivo. Sei uomini hanno preso le distanze dal gruppo andando all’attacco

18.39 Ripreso Igor Antòn, ora la corsa comincia per davvero, con i primi scatti all’interno di Madrid

18.36  I vincitori a Madrid nelle ultime 10 edizioni (ad eccezione del 2014, quando si disputò una cronometro individuale a Santiago de Compostela):

2017: Matteo Trentin
2016: Magnus Cort Nielsen
2015: John Degenkolb
2013: Michael Matthews
2012: John Degenkolb
2011: Peter Sagan
2010: Tyler Farrar
2009: André Greipel
2008: Matti Breschel
2007: Daniele Bennati

18.32 Peter Sagan sorridente durante la passerella finale verso Madrid. Lo slovacco ovviamente è tra i più quotati per il successo dell’ultima frazione

18.30 Il gruppo concede a Igor Antòn il primo passaggio sulla linea d’arrivo davanti a tutti gli altri. Ricordiamo che per il 35enne spagnolo questa sarà la sua ultima partecipazione ufficiale

18.28 La top10 della Vuelta 2018: Alejandro Valverde ottiene per la 10a volta un piazzamento tra i migliori dieci in un grande giro, nessun altro come il 38enne spagnolo

18.26 La carovana entra a Madrid. 12 giri attorno ad un circuito lungo 5,9 km che attraversa alcune delle strade principali della capitale iberica

18.23 Cinque corridori hanno indossato il simbolo del primato nel corso di questa edizione della Vuelta: il campione Simon Yates l’ha mantenuta per 10 giorni, più di tutti gli altri; quattro giorni in rosso per il francese Rudy Molard (Groupama-FDJ), tre per il polacco Michal Kwiatkowski (Team Sky), due per lo spagnolo Jesus Herrada (Cofidis), uno per l’australiano Rohan Dennis (BMC)

18.20 Intanto guidano la corsa in questo momento gli uomini della Mitchelton-Scott

18.18 Vince il premio di miglior team la Movistar. Al secondo posto ad oltre 45′ di distanza nella classifica speciale la Bahrain-Merida, terza la Bora-Hansgrohe

18.12 Alejandro Valverde, l’ultimo corridore a cedere al dominio di Simon Yates. Peccato per le ultime due tappe in cui non è riuscito a rimanere al passo dei migliori, scivolando così in quinta posizione generale, a 4’28” dal 26enne di Bury. Il 38enne iberico conserva comunque la maglia verde, simbolo del leader della classifica a punti

18.08 Trascorsi più di 20 km dalla partenza. Il plotone viaggia a ranghi compatti, fra meno di 15 km si entra nella città simbolo di Spagna

18.03 Il giovanissimo podio della Vuelta: Simon Yates (26 anni), Enric Mas (23) e Miguel Angel Lopez (24). Con un’età media di 28 anni e 8 mesi, è la top3 più verde della corsa a tappe iberica dal 1936

18.00 Foto di rito per la Mitchelton-Scott della maglia rossa Simon Yates! Come possiamo vedere dall’immagine gli elementi del team austriaco indossano una particolare maglia con il rosso come colore secondario al posto del tradizionale giallo

17.55 E il tributo della Lotto Soudal per il proprio compagno Thomas De Gendt che è riuscito a vincere “in rimonta” la classifica scalatori

17.52 Il tributo del team Dimension Data al suo compagno di squadra Igor Antòn, che ha annunciato il ritiro al termine della frazione di oggi

17.49 Gruppo compatto a Getafe, sempre più vicini all’ingresso a Madrid. Il gruppo naturalmente se la sta prendendo comoda

17.45 Temperatura intorno ai 30°C e cielo sereno sul traguardo di Madrid. Si transita 11 volte sulla linea d’arrivo prima della volata finale

17.41 Il plotone viaggia a ranghi compatti ma abbastanza allungato dopo 7 km, fra qualche decina di chilometri si entra a Madrid

17.37 Gruppo ancora compatto, i corridori ridono e scherzano mentre si avvicinano verso il cuore della capitale spagnola

17.31 Chiaramente il plotone viaggia a ritmi molto blandi

17.27 E’ INIZIATA LA VENTUNESIMA E ULTIMA TAPPA DELLA VUELTA!

17.24 Attendiamo ancora il via ufficiale. Il gruppo compatto sta transitando ancora lungo un tratto di trasferimento

17.22 I leader delle altre classifiche: Thomas De Gendt vince la graduatoria scalatori (maglia a pois azzurri), maglia verde per Alejandro Valverde (classifica a punti), Simon Yates vince anche la classifica combinata (in foto la maglia bianca è indossata da Miguel Angel Lopez, secondo)

17.17 E’ l’ultima corsa ufficiale per Igor Antòn, 35enne spagnolo del team Dimension Data. 14 vittorie da professionista nella sua carriera, tra cui una al Giro d’Italia sullo Zoncolan nel 2011

17.13 La sorpresa di questa edizione della Vuelta? Senza dubbio il giovane Enric Mas! Il 23enne spagnolo chiude secondo in classifica generale, autore di una splendida vittoria in salita ieri. Attenzione allo scalatore della Quick-Step Floors, nei prossimi anni potrebbe rivelarsi outsider per il successo in un grande giro

17.08 La maglia tricolore dovrà imbattersi ancora una volta in un duello ruota a ruota contro il campione iridato Peter Sagan. Lo slovacco finora non ha mai ottenuto un successo nell’edizione corrente della Vuelta di Spagna

17.06 Tra i favoriti per il successo di oggi ovviamente non può mancare Elia Viviani. La maglia tricolore va a caccia del terzo sigillo in questa edizione della Vuelta, sarebbe il secondo successo consecutivo per la Quick-Step Floors nell’ultima frazione della corsa a tappe iberica, dopo quello di Matteo Trentin l’anno scorso

17.04 Graduatoria generale già definita: Simon Yates è il vincitore della Vuelta 2018! L’inglese ha dominato sulle catene montuose iberiche, trionfo meritatissimo. La delusione del Giro d’Italia è ormai un lontano ricordo

17.00 Che cornice di pubblico ad Alcorcòn! Intanto è cominciato il breve tratto di trasferimento prima del via ufficiale

16.58 Oggi è prevista la passerella finale da Alcorcòn a Madrid, per un totale di 100 km completamente pianeggianti

16.55 Buon pomeriggio a tutti e benvenuti alla DIRETTA LIVE dell’ultima tappa della Vuelta a España 2018

Loading...

Lascia un commento

scroll to top