Softball, Mondiali 2018: tre sconfitte in tre gare per l’Italia. Contro il Botswana è vietato sbagliare

Tre sconfitte in tre partite non è stata certo la partenza ideale per il Mondiale dell’Italia. Tre partite differenti, perché se con il Giappone la lezione era stata severa, con Australia e Canada le azzurre hanno dimostrato enormi passi in avanti. Le ragazze di Enrico Obletter hanno saputo impensierire due delle migliori squadre del mondo, raccogliendo indicazioni positive, al netto dell’amaro bottino di punti.

Il rammarico sta tutto nel match con le Aussie, perché l’Italia per oltre metà partita è stata perfetta, colpendo subito a freddo e gestendo la situazione in difesa con l’alternarsi di Ilaria Cacciamani e Greta Cecchetti. Sul più bello, però, la doccia gelata. “Dovremo limitare al minimo gli errori difensivi“, aveva detto Obletter alla vigilia del debutto. Parole quanto mai profetiche perché a decidere le partite a questo livello sono i dettagli. Una rimbalzante che inganna, un’assistenza sbagliata ed ecco che una possibile vittoria, che avrebbe sensibilmente avvicinato alla seconda fase, si trasforma in una sconfitta dolorosa e cocente.

La reazione dell’Italia, però, è stata da grande squadra. Perché contro il Canada, squadra di livello nettamente superiore, poteva arrivare un crollo verticale dopo una batosta del genere, e invece non è stato così. Le azzurre ci hanno provato a sovvertire un pronostico che le vedeva sconfitte; non ci sono riuscite ma non per questo hanno demeritato.

Sintomo che questo gruppo, oltre a tanto talento, ha qualcosa dentro. Forza mentale e voglia di lottare. Ingredienti fondamentali per proseguire la crescita di una squadra giovane, che ha nel mirino Tokyo 2020. La classifica è impietosa, con zero vittorie e tre sconfitte, ma la giornata di oggi può aver rafforzato le convinzioni dell’Italia, che ora è chiamata a dare il via a un nuovo Mondiale. Centrare l’ingresso tra le prime quattro, e quindi alla seconda fase, è ancora possibile, ma serve non sbagliare più. Senza pressione, ma continuando a fare le cose giuste, pensando partita dopo partita. A cominciare dal prossimo impegno contro il Botswana, la Cenerentola del girone. Vietato fare sconti.

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL SOFTBALL

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIBS – MG/Oldmanagency

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf, European Tour 2018: l’indiano Bhullar in vetta al Fiji International! Alle sue spalle la pattuglia australiana

Ciclismo su pista, Europei 2018: domani l’inseguimento individuale maschile, Filippo Ganna punta dritto all’oro