MotoGP, GP Austria 2018: prove libere 1. Andrea Dovizioso vola al Red Bull Ring in una sinfonia Ducati, soffre Rossi solo 11°


CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLE PROVE LIBERE 2 DELLA MOTOGP

Tutto come previsto. La prima sessione di prove libere del Gran Premio di Austria 2018 della MotoGP conferma ciò che si pensava, ovvero che la Ducati può dominare sul tracciato del Red Bull Ring. La pista posizionata tra i monti della Stiria, infatti, propone un Andrea Dovizioso davvero in grande spolvero, con un tempo eccezionale: 1:23.830, già ampiamente sotto al miglior giro in gara di dodici mesi fa. Alle sue spalle altre due moto di Borgo Panigale con Jorge Lorenzo secondo a 215 millesimi e Danilo Petrucci (Ducati Pramac) terzo a poco meno di mezzo secondo.

Quarta posizione per il campione del mondo in carica Marc Marquez (Honda) a 581 millesimi da Dovizioso, ma lo spagnolo ha nuovamente preferito concentrarsi sulla durata delle sue gomme (tra le altre cose Medie, a differenza degli avversari che montavano le Soft) e mettendo in mostra un passo impressionante, sempre sull’1:24 medio. Quinta posizione per Andrea Iannone (Suzuki) che, dopo aver festeggiato il suo 29esimo compleanno nella giornata di ieri, ha portato la sua moto a sei decimi dall’ex compagno ai tempi della Ducati. Sesto Dani Pedrosa (Honda) a 644 millesimi, settimo il britannico Cal Crutchlow (LCR Honda) a 661, ottavo lo spagnolo Tito Rabat (Ducati Reale Avintia) a 846, nono il francese Johann Zarco (Yamaha Tech3) a 937, mentre è decimo Maverick Vinales (Yamaha) a 1.005 dalla vetta. Lo spagnolo precede di un soffio il suo compagno di scuderia, Valentino Rossi, con un gap di appena 5 centesimi. 17esima piazza per Franco Morbidelli (Honda EG 0,0 VDS) che, dopo essere rimasto a lungo nella top ten, ha chiuso la sessione a 1.277 dalla vetta.

Le due Yamaha, come preventivabile, hanno sofferto l’impatto sul tracciato austriaco. L’ex Suzuki ha passato il suo inizio di sessione a lottare con un sensore posizionato sulla forcella che lo faceva impennare in uscita di ogni curva, mentre il “Dottore” si è fermato in uscita di curva 1 per la rottura della corona. Un avvio di fine settimana quanto mai complicato, in un circuito che non aiuta le caratteristiche della M1. Troviamo quattro Ducati e tre Honda nelle prime otto posizioni, un campanello d’allarme notevole per la scuderia di Iwata che ha in Zarco, nono, il miglior portacolori. Per Valentino Rossi, poi, i problemi arrivano anche sul fronte del meteo. Per questo pomeriggio e la mattinata di domani si parla di pioggia, per cui i tempi di questa FP1 potrebbero già valere per evitare le Q2 e, in quel caso, il pilota di Tavullia sarebbe il primo eliminato.

CLASSIFICA TEMPI FP1 MOTOGP 2018

1 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 312.1 1’23.830
2 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 310.0 1’24.045 0.215 / 0.215
3 9 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 307.5 1’24.320 0.490 / 0.275
4 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 307.8 1’24.411 0.581 / 0.091
5 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 302.6 1’24.436 0.606 / 0.025
6 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 310.7 1’24.474 0.644 / 0.038
7 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 309.8 1’24.491 0.661 / 0.017
8 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 311.2 1’24.676 0.846 / 0.185
9 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 305.8 1’24.767 0.937 / 0.091
10 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 305.9 1’24.835 1.005 / 0.068
11 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 306.2 1’24.884 1.054 / 0.049
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 303.3 1’24.904 1.074 / 0.020
13 19 Alvaro BAUTISTA SPA Angel Nieto Team Ducati 308.3 1’24.938 1.108 / 0.034
14 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 306.7 1’24.939 1.109 / 0.001
15 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 305.4 1’24.973 1.143 / 0.034
16 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 304.4 1’25.011 1.181 / 0.038
17 21 Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Honda 305.8 1’25.107 1.277 / 0.096
18 43 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 305.4 1’25.184 1.354 / 0.077
19 45 Scott REDDING GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 303.2 1’25.354 1.524 / 0.170
20 17 Karel ABRAHAM CZE Angel Nieto Team Ducati 307.6 1’25.541 1.711 / 0.187
21 55 Hafizh SYAHRIN MAL Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 301.2 1’25.594 1.764 / 0.053
22 10 Xavier SIMEON BEL Reale Avintia Racing Ducati 301.8 1’25.752 1.922 / 0.158
23 12 Thomas LUTHI SWI EG 0,0 Marc VDS Honda 303.8 1’25.979 2.149 / 0.227

 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE





alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top