Arrampicata sportiva, Coppa del Mondo 2018: Kruder e Nonaka vincono i titoli nel boulder, successi di Vezonik e Garnbret a Monaco


A Monaco (Germania) si è disputata l’ultima tappa della Coppa del Mondo 2018 di arrampicata per quanto riguarda il boulder, la specialità più tecnica di questa disciplina che debutterà alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Si sono dunque assegnati anche i trofei finali oltre al prestigioso successo in terra teutonica.

MASCHILE – Doppia festa per la Slovenia. Gregor Vezonik conquista la sua prima vittoria in carriera (2T 1 4z 2 3) mentre Jernej Kruder alza al cielo la Coppa del Mondo grazie al secondo posto odierno (2T 3z 9 7) davanti all’austriaco Jakob Schubert. Il 27enne doveva difendere quattro punti di vantaggio sul giapponese Tomoa Narasaki che però ha chiuso in nona posizione abbandonando ogni sogno di gloria. Gabriele Moroni 18esimo, Marcello Bombardi 23esimo, Michael Piccolruaz 39esimo, Stefan Scarperi 51esimo, Andrea Zanone 89esimo, Elias Iagnemma 104esimo.

FEMMINILE – La slovena Janja Garnbret, dominatrice incontrastata del lead, conquista la sua seconda vittoria stagionale in questa disciplina (4T 4z 4 4) ma i riflettori erano tutti puntati sulle giapponesi Miho Nonaka e Akiyo Noguchi che si contendevano la Coppa del Mondo. Nonaka chiude i conti grazie al secondo posto odierno (4T 4z 5 5) davanti alla connazionale (4T 4z 7 6): il risultato è ampiamente meritato visto che dopo il successo di Meiringen aveva infilato sei secondi posti consecutivi. Andrea Ebner 59esima.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top