Beach volley, World Tour e Europei Under 22. Nel week end azzurro festeggiano anche Russia, Repubblica Ceca e Germania


Non solo Italia nel week end appena concluso del beach volley mondiale. La squadra azzurra, con Michieletto/Ferraris e Menegatti/Orsi Toth, è stata l’unica a fare il bis di vittorie nei tre tornei del circuito mondiale in programma in tre diversi continenti, mentre i paesi dell’Est europeo l’hanno fatta da padroni nell’Europeo Under 22 di Jurmala che ha visto Traballi/Puccinelli chiudere al quarto posto nel torneo femminile.

TOKYO 3 STELLE

Era il torneo più importante della settimana, un 3 Stelle sulla sabbia che ospiterà le Olimpiadi fra due anni esatti. Un po’ snobbato dai big, anche per la collocazione temporale, in mezzo ai tornei più importanti della stagione, tutti in programma in Europa, ha regalato comunque spettacolo e divertimento.

In campo maschile la vittoria è andata ai favoriti della vigilia, i fratelli cileni Grimalt, che hanno conquistato la loro prima vittoria in carriera arrivata alla sessantesima partecipazione ad un torneo del World Tour (in precedenza avevano conquistato quattro podi tra il 2014 e il 2016). Grimalt/Grimalt hanno sconfitto in finale 2-0 (21-12, 21-17) i serbi Kolaric/Basta che hanno conquistato la loro terza finale stagionale, la seconda in torneo di una certa importanza (la prima a Lucerna) con due secondi posti e un successo ad Aydin. Terzo gradino del podio per gli statunitensi Patterson/Slick, al primo risultato nella prima stagione assieme (per Slick, frequentatore assiduo dei torneo AVP ed ex compagno di Carambula, è il primo podio assoluto nel World Tour, per Patterson il ritorno sul podio dopo due anni in una carriera che lo ha visto vincere 19 tornei del circuito mondiale e ben 38 volte nella top tre). Gli statunitensi, nella finale che valeva il bronzo, hanno battuto 2-1 (18-21, 21-13, 15-10) i tedeschi Bergmann/Harms.

In campo femminile Mersmann/Tillmann regalano un sorriso ad una Germania un po’ appannata nell’ultimo mese, reduce da qualche delusione sia a Gstaad che soprattutto nell’Europeo in Olanda. La coppia tedesca, outsider della vigilia, ha sconfitto in finale 2-0 (22-20, 21-17) le finlandesi Lahti/Parkkinen. Terzo gradino del podio per le giapponesi Murakami/Ishii che hanno battuto 2-0 (21-18, 21-17) le norvegesi Lunde/Ulveseth nella finale per il bronzo.

AGADIR 2 STELLE

Al successo in campo femminile di Menegatti/Orsi Toth, si affianca quello tra gli uomini della coppia russa Hudyakov/Bykanov che, in finale, ha sconfitto 2-1 (21-15, 16-21, 17-15) la coppia austriaca Huber/Dressler. Terzo gradino del podio per gli argentini Capogross/Azaad che hanno sconfitto 2-0 (21-17, 21-19) i lituani Rudzevicius/Kadzailis.

SAMSUN 1 STELLA

Ferraris/Michieletto hanno compiuto l’impresa vincendo, partendo dalle qualificazioni, il torneo femminile. In campo maschile la vittoria è andata ai cechi Weiss/Dzavonok che si sono aggiudicati con un secco 2-0 (21-11, 21-18) il derby con i compagni di squadra Myslivecek/Pihera. Terzo posto per gli olandesi Bohermans/Haanappell che hanno superato 2-0 (21-14, 22-20) gli austriaci Kunert/Egelseer.

EUROPEO UNDER 22 JURMALA

Come da pronostico, in campo femminile, dove Traballi/Puccinelli hanno chiuso quarte perdendo la finale per il bronzo con le spagnole Alvarez/Carro, la vittoria è andata alle russe Makroguzova/Kholomina che hanno battuto in finale con il “solito” 2-0 (21-11, 21-19) le padrone di casa lettoni Graudina/Kravcenoka.

In campo maschile la Russia, dopo due stagioni di successi ininterrotti a livello mondiale ed europeo giovanile, si è vista sfuggire il titolo con Shekunov/Veretiuk che hanno chiuso addirittura quarti, battuti nella finalina 2-0 (21-19, 21-12) dai lituani Knasas/Stankevicius. Vittoria finale per i padroni di casa Smits/Samoilovs (fratello d’arte) che in finale hanno demolito con un secco 2-0 (21-13, 21-19) gli spagnli Huerta/Huerta.

 





Lascia un commento

scroll to top