Basket, Serie A: Awudu Abass è ufficialmente un nuovo giocatore di Brescia

Era nell’aria, ora è ufficiale: Awudu Abass, dopo aver passato le ultime due stagioni all’Olimpia Milano, cambia aria e va a giocare alla Germani Basket Brescia. Sarà lui, dunque, uno degli elementi con i quali il PalaLeonessa rivedrà la luce dopo la ristrutturazione. Abass è, dopo Luca Vitali e Brian Sacchetti, il terzo giocatore della Leonessa stabilmente nel giro della Nazionale.

Nato a Como il 27 gennaio 1993 e cresciuto nelle giovanili di Cantù, Abass ha vissuto la prima grande gioia vincendo l’oro agli Europei Under 20 del 2013: in quella squadra c’era anche Amedeo Della Valle e Marco Laganà portò sul podio la maglia dell’amico Mario Delle Cave, scomparso un anno e mezzo prima in un assurdo incidente stradale a Roma.

Nel basket professionistico, Cantù da elemento delle giovanili l’ha promosso in prima squadra nel 2013-14, ricevendo in risposta ogni anno medie sempre migliori, fino ad arrivare ai 13,1 punti e 5,8 rimbalzi di media della stagione 2015-16. Con la ristrutturazione dell’Eurolega, l’Olimpia Milano, per far fronte al doppio impegno europeo e in campionato, s’è assicurata le sue prestazioni nell’estate 2016. Con la maglia biancorossa, il comasco ha avuto ben più spazio in campionato che in Eurolega. A dargli più fiducia è stato Jasmin Repesa, che, in Italia, gli ha dato 17,6 minuti di media, nei quali ha realizzato 6,6 punti. Con Pianigiani, lo spazio si è ridotto ancora, tanto in campionato, quanto, soprattutto, nella competizione continentale.

Con la nazionale maggiore, Abass ha preso parte agli Europei 2017, in cui Ettore Messina non gli ha peraltro concesso molti minuti. Le cose, però, sono cambiate con le qualificazioni mondiali: ogni volta che Meo Sacchetti l’ha chiamato, la risposta del giocatore è stata “presente”, con cifre uguali o migliori alle precedenti nell’arco delle sei partite finora disputate.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, Europei U20 2018: Italia, addio sogni di gloria. Battuta la Polonia ma niente semifinali

Calcio, Europei Under19 2018: Italia-Portogallo 3-2: grande vittoria degli azzurrini, semifinale ad un passo