Basket femminile, Mercato Serie A1 2018-2019: tutti i colpi ed i trasferimenti messi a segno. Napoli sfida Schio con Macchi, Ress e Tagliamento

Il mercato della Serie A1 femminile è in pieno fermento, e anzi si potrebbe dire che sia molto vicino a vedere il completamento definitivo delle formazioni impegnate. Tolta l’eccezione (forzata dalle circostanze) di Torino, la massima serie che si sta delineando si prospetta ancora più combattuta delle ultime: Schio dovrà sforzarsi parecchio per mantenere lo scudetto sul petto, minacciata soprattutto dall’avanzata di Napoli. Vediamo nel dettaglio come stanno le 12 squadre della stagione 2018-19:

FAMILA SCHIO
Rivoluzione quasi totale in casa del club campione d’Italia, viste soprattutto le partenze di Cecilia Zandalasini, Chicca Macchi, Jolene Anderson e il prossimo ritiro di Raffaella Masciadri, che smetterà a fine 2018. Confermate Isabelle Yacoubou, Eva Lisec e Francesca Dotto, il Famila ha comunque inserito diversi nomi interessanti nel roster che affronterà campionato ed Eurolega. Sono arrivate Martina Crippa (già più volte protagonista in Nazionale) e Valeria Battisodo nel reparto piccole, affiancate da Jackie Gemelos, che l’anno scorso ha fatto faville a Napoli. Sotto canestro, accanto a Yacoubou, sono state inserite Jantel Lavender e Olbis Andrè, non proprio due che fanno star tranquille le avversarie. Completano il roster l’esperta Marcella Filippi, l’emergente Martina Fassina e la tiratrice Milica Micovic (nata in Serbia, ma di passaporto italiano e chiamata in Nazionale da Marco Crespi a febbraio).

VIRTUS EIRENE PASSALACQUA RAGUSA
Perse Spreafico e N’dour, Ragusa, dopo la finale scudetto persa in gara-5, ripartirà da quattro conferme: Chiara Consolini, Alessandra Formica, Dearica Hamby, Agnese Soli, Jessica Kuster. Intorno a loro, si sta costruendo un roster decisamente interessante con Sabrina Cinili e l’esperta Angela Gianolla in cabina di regia. Nel reparto lunghe è arrivata Alina Craciun, che sarà la quarta straniera e anche la quarta lunga in caso di necessità. In arrivo anche il forte nome di Jillian Harmon.

UMANA REYER VENEZIA
La Reyer si presenta in Italia (e in Europa) con l’obiettivo di migliorare una stagione che se da un lato ha regalato un’incredibile cavalcata verso la finale di Eurocup, dall’altra ha visto l’uscita di scena nel finale thrilling di gara-5 contro Ragusa, in semifinale scudetto. Rispetto alla scorsa stagione, è rilevante l’arrivo dell’azzurra Gaia Gorini, ma soprattutto di Marie Gulich (Phoenix Mercury, WNBA), del metronomo Jolene Anderson. Interessanti anche gli arrivi di Sara Crudo, che torna in Italia dopo un’esperienza nel campionato francese, a Monaco, e della lettone Anete Steinberga, che ricoprirà il ruolo di centro titolare. Confermate, invece, la capitana Debora Carangelo, Valeria De Pretto, Martina Kacerik.  Hanno invece lasciato la laguna Marie Ruzickova (in Turchia), Martina Sandri e Caterina Dotto (San Martino di Lupari).

DIKE SACES MAPEI GIVOVA NAPOLI
Dopo aver raggiunto la semifinale lo scorso anno, impegnando assai Schio, la Dike ha deciso di tornare a dare l’assalto al bersaglio grosso. Per farlo, ha impostato una campagna acquisti di altissimo livello, portando alle pendici del Vesuvio due nomi pesantissimi: la leggendaria Chicca Macchi e Kathrin Ress. Approda a Napoli anche Marzia Tagliamento, che sta cercando l’esplosione definitiva. Inoltre, è stata recentemente annunciata Elisa Mancinelli.

GESAM GAS&LUCE LE MURA LUCCA
La stagione 2017-2018, quella trascorsa con lo scudetto sul petto, si è chiusa ai quarti dei playoff. Per il Basket Le Mura arriva di nuovo il tempo della ricostruzione, partita dalla separazione con Martina Crippa e Valeria Battisodo, entrambe finite a Schio. Nella girandola degli acquisti, i principali arrivi sono quelli di Ashley Ravelli, Jelena Antic e Bashaara Graves (ex Minnesota Lynx e Chicago Sky). Ampio il ricambio italiano, con gli approdi di Monique Ngo Ndjock, Erica Reggiani, Giulia Gatti, Marida Orazzo, Alice Carrara. Da non sottovalutare l’approdo dell’olandese ex Battipaglia Kourtney Treffers. A chiudere il roster sarà Carolina Salvestrini, che da un paio di stagioni è giovane aggregata al gruppo della prima squadra.

FILA SAN MARTINO DI LUPARI
Sembra esserci un certo equilibrio tra novità e permanenze nel Fila che verrà. Ci sono un paio di ritorni, quelli di Martina Sandri e Caterina Dotto (entrambe in uscita da Venezia), le permanenze della nazionale Jasmine Keys e di Monica Tonello, la “promozione” di Elena Fietta dal Fanola di A2, gli arrivi di Zenta Melnika e di Tyaunna Marshall. Sul fronte cessioni, invece, detto di Angela Gianolla, vale la pena segnalare quello di Jasmine Bailey, che ha scritto una toccante lettera al suo ormai ex pubblico.

PALLACANESTRO BRONI
La prima società in cui ha giocato Cecilia Zandalasini (che a Broni è nata) a livello senior ha deciso di cambiareì le fondamenta, inserendo il nuovo allenatore Alessandro Fontana. Ciò che non si modifica è l’ossatura della squadra, con il mantenimento di buona parte del roster della stagione passata, compreso il molto importante tassello di Julie Wojta e compreso il blocco delle italiane, a partire da Valentina Bonasia ed Elena Castello. Proprio due italiane fanno capire che Broni ha tutte le intenzioni di continuare a dar fastidio a parecchie avversarie: vestiranno la maglia biancoverde, infatti, Laura Spreafico (arrivata da Ragusa) ed Anna Togliani (ex Venezia).

PALLACANESTRO TORINO
Il mercato di Torino è sostanzialmente fermo, ma per motivi di chiara gravità: la società ha rischiato di non iscriversi alla Serie A1. Fortunatamente, l’epilogo è stato felice, perché l’impegno congiunto del presidente Garrone e del Comune di Torino ha consentito di trovare la disponibilità dell’azienda multiservizi Iren allo scopo di portare nelle casse del club le risorse necessarie per far fronte alla stagione sportiva 2018-19, evitando dunque di cancellare quasi 60 anni di storia.

MECCANICA NOVA VIGARANO
Dopo la salvezza conquistata all’ultimo respiro nello spareggio contro Faenza, sono diversi i cambi in seno alla società emiliana. Se sono confermate le tre 2002 Caterina Gilli, Giulia Natali e Silvia Nativi, quel che cambia è l’ossatura delle giocatrici di grido: la dirigenza ha puntato molto su giocatrici già navigate quali sono Maria Miccoli, Valentina Fabbri e Sara Bocchetti. Sarà tutta da comprendere la capacità di integrarsi delle straniere, che al momento sono Michaela Rakova e Breanna Bolden, entrambe in arrivo dalla University of San Francisco.

TREOFAN BATTIPAGLIA
In terra campana, la salvezza è stata seguita da una serie di cambi tra campo e panchina. Ad allenare sarà Alberto Matassini, ex coach di Civitanova Marche in A2. Matassini ha pescato proprio dalla serie cadetta alcuni dei nuovi acquisti: Margherita Mataloni, Mounia El Habbab, Beatrice Del Pero (che per la verità aveva già giocato con la Treofan le finali nazionali Under 20). Tra le straniere, ci sono Chantelle Handy e Kristen Simon e Antiesha Brown. Confermate Elisa Policari e Stefania Tromboli, che avrà i galloni di capitana.

ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI
Il ritorno in Serie A1 dello storico GEAS è caratterizzato dalla sponsorizzazione dell’Allianz, che fornirà mezzo milione di euro per tre anni. La formazione di Cinzia Zanotti ha confermato, in sostanza, l’ossatura della promozione: Cinzia Zanotti in panchina, Giulia Arturi capitana di sempre e da sempre. Accanto a loro, ci sono le conferme di Veronica Schieppati, Virginia Galbiati, Beatrice Barberis ed Elisa Ercoli. Le novità fanno capire che a Sesto San Giovanni non si vuole correre per stare in fondo alla classifica: sono arrivate Costanza Verona, Giuditta Nicolodi, Sophia Brunner, Kalis Loyd. Attenzione alla più giovane della squadra: Ilaria Panzera ha compiuto 16 anni due giorni fa, ma in A2 ha viaggiato a 6,6 punti di media, che alla sua età non sono pochi.

USE ROSA SCOTTI EMPOLI
In Toscana, dopo la promozione, si è deciso di confermare in gran parte il blocco che ha portato Empoli in A1, con la ciliegina sulla torta della permanenza di Nadia Pochobradska. Quanto ai nuovi arrivi, ci’è il nome di Erin Mathias nel reparto lunghe, nonché Tay Madonna, che sarà la vera osservata speciale delle avversarie delle biancorosse.





CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Mirko Zanconato / Livephotosport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Finale Mondiali 2018: data, programma, orario e tv. La Francia attende l’avversaria

Francia-Belgio 1-0, Mondiali 2018: Umtiti trascina i Galletti in finale. Belgio ko: a Mosca ci va la Francia!