Tennis, Wimbledon 2018: tutti gli italiani al via nelle qualificazioni. Sono tredici

Scattano oggi le qualificazioni per il tabellone principale di Wimbledon 2018. I Championships sono ormai alle porte e saranno tredici gli azzurri al via nel terzo Slam dell’anno.

Tra gli uomini Fabio Fognini, Marco Cecchinato, Andreas Seppi, Paolo Lorenzi e Matteo Berrettini sono già presenti nel tabellone principale ed a loro sperano di aggiungersi altri azzurri. Sono tanti i tennisti italiani (nove) che proveranno a raggiungere i loro connazionali: Thomas Fabbiano, Lorenzo Sonego, Simone Bolelli, Stefano Travaglia, Luca Vanni, Alessandro Giannessi, Stefano Napolitano, Salvatore Caruso e Matteo Donati.

Purtroppo tra le donne dopo 18 anni non ci sarà a Wimbledon Francesca Schiavone. La milanese spera ancora in una wild card o altrimenti non potrà giocare sull’erba londinese. In tabellone principale, vista anche la squalifica di Sara Errani, c’è la sola Camila Giorgi, mentre dalle qualificazioni puntano ad un posto nel main draw altre quattro azzurre: Jasmine Paolini, Martina Trevisan, Deborah Chiesa e Jessica Pieri

Queste le sfide del primo turno nel tabellone maschile 

Matteo Donati (ITA) c. (30) Bernard Tomic (AUS)
Stefano Napolitano (ITA) c. (4) Elias Ymer (SWE)
Salvatore Caruso (ITA) c. Adrian Menendez Maceiras (ESP)
Alessandro Giannessi (ITA) c. Danilo Petrovic (SRB)
(25) Stefano Travaglia (ITA) c. Ivan Nedelko (RUS)
Luca Vanni (ITA) c. Kevin King (USA)
(12) Lorenzo Sonego (ITA) c. Vaclav Safranek (CZE)
Simone Bolelli (ITA) c. (15) Ramkumar Ramanathan (IND)
(16) Thomas Fabbiano (ITA) c. Guilherme Clezar (BRA)

 

Per quanto riguarda, invece, il tabellone femminile, oggi si terrà il sorteggio delle qualificazioni.

 





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Federtennis

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Ranking ATP (25 giugno): Rafael Nadal torna in vetta, Fabio Fognini il numero uno italiano

Tiro con l’arco, Coppa del Mondo Salt Lake City 2018: Mauro Nespoli in trionfo! L’azzurro travolge Wijler in finale e conquista il successo