Pagelle Polonia-Senegal 1-2, Mondiali 2018: Krychowiak, croce e delizia; Niang fa la differenza


Il Senegal sorprende la Polonia: finisce 0-2 la seconda partita del Girone H. Andiamo a scoprire le pagelle dell’incontro.

POLONIA 5

Szczesny, 5: inizialmente inoperoso. Nulla può sulla deviazione di Cionek, ma non è esente da colpe sullo 0-2.

Pazdan, 6: cerca di dare una mano in costruzione, molto bene in fase difensiva.

Cionek, 5: sventa le folate africane e tiene molto alta la linea difensiva della squadra, soprattutto sui piazzati avversari. Fuori posizione, infila il proprio portiere sul tiro di Gana.

Piszczek, 6.5: dalle fasce crea i maggiori pericoli per la difesa senegalese. Si divora il gol del pari dopo pochi minuti della ripresa (dall’83’ Bereszynski, sv: pochi minuti per lui).

Krychowiak, 6: leggermente al di sotto dei suoi standard, non incide come al solito, soffrendo la velocità degli avversari. Frenato anche dal giallo preso in avvio. Sa un suo retropassaggio parte l’azione del raddoppio della formazione africana. Si riscatta parzialmente segnando il gol dell’1-2.

Grosicki, 6.5: si fa vedere sulla fascia, mette tanti palloni al centro.

Rybus, 6: prima frazione senza infamia e senza lode. Appena meglio nella ripresa.

Blaszczykowski, 6: 100 presenze in nazionale per lui. Inizio molto propositivo, ma si fa pizzicare spesso in offside (dal 46′ Bednarek, 5: chiamato in causa per passare al centrocampo a cinque, dorme sull’azione del raddoppio senegalese).

Zielinski, 6.5: cerca di mettere ordine in una partita molto confusionaria e senza lampi di gran gioco.

Milik, 5: si vede molto poco nella prima frazione. A metà ripresa non trova la deviazione che avrebbe dimezzato lo svantaggio (dal 73′ Kownacki, 6: si fa vedere giusto con un colpo di testa).

Lewandowski, 5.5: fuori dal gioco, non sfrutta i tanti cross messi in area dai suoi compagni. Nella ripresa bene in avvio, quando prima costringe Sane al fallo da giallo, poi chiama Ndiaye al grande intervento.

All.: Nawalka, 5.5: l’assenza di Glik lo obbliga a giocare con la difesa a quattro. Nella ripresa passa al centrocampo a cinque ed i risultati si vedono fino al raddoppio avversario

SENEGAL 7

Kh. Ndiaye, 6: non si sporca i guanti. Risponde presente quando chiamato in causa da Lewandowski.

Koulibaly, 6: cresce col passare dei minuti

Sabaly, 6: controlla bene gli attacchi polacchi.

M. Wague, 6: non costruisce molto, ma fa il suo dovere in fase difensiva.

Gana, 6.5: da un suo tiro neanche così preciso nasce la decisiva deviazione di Cionek. Nella ripresa si becca un giallo inutile.

S. Sane, 6: si destreggia abbastanza bene nella ragnatela polacca, si fa vedere su corner a saltare in area. Ferma Lewandowski con un fallo che gli costa il giallo.

A. Ndiaye, 6.5: cerca spesso Ismaila con dei lanci a scavalcare la difesa polacca, davvero molto alta (dall’88’ Kouyate, sv: entra nel finale).

M. Diouf, 5: avulso dal gioco (dal 62′ Ndoye, 6: appena meglio del compagno sostituito).

Mane, 5.5: si vede poco, ben marcato dalla retroguardia avversaria.

Ismaila, 5.5: non riesce a deviare il cioccolatino servitogli da Niang. Si nota poco.

Niang, 7: gran giocata dopo pochi minuti, ma Ismaila si fa anticipare. Brucia Bednarek e Szczesny nell’azione del raddoppio (dal 75′ Konate, 6: si vede poco).

All.: Cisse, 6,5: squadra guardinga ed abbottonata in avvio, molto equilibrata, esce alla distanza.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Media Pictures Shutterstock

robertosantangelo@oasport.it

Lascia un commento

scroll to top