Judo, Giochi del Mediterraneo 2018: le speranze di medaglia dell’Italia. Fabio Basile e Antonio Esposito fanno sognare

Judo-Antonio-Esposito-Fijlkam.jpg


Una pattuglia competitiva per le medaglie in quasi tutte le categorie di peso. L’Italia del judo punta in alto in occasione dei Giochi del Mediterraneo 2018, nelle gare in programma a Tarragona (Spagna) tra mercoledì 27 e venerdì 29 giugno. Una squadra ricca di punte di diamante e di giovani prospetti, tutti potenzialmente in grado di lottare per il podio nella competizione iberica.

L’uomo più atteso sarà sicuramente il campione olimpico Fabio Basile, che nella categoria -73 kg si è sbloccato con un buon terzo posto nel Grand Prix di Ekaterininburg, anche se agli Europei 2018 di Tel Aviv non è riuscito ad esprimersi ai suoi massimi livelli. Basile cercherà di salire sul gradino più alto del podio del Cambrils Pavilion e di portare a casa un’importante vittoria per dare linfa alla marcia di avvicinamento verso i Mondiali di Baku e, a lungo termine, Tokyo 2020.

Ma la compagine italiana può vantare anche la presenza di Antonio Esposito, che ha preso in extremis il posto di Matteo Marconcini tra i convocati nella categoria -81 kg e proverà a confermarsi ai massimi livelli dopo lo strepitoso bronzo agli Europei di Tel Aviv, che lo ha proiettato definitivamente tra i grandi della disciplina. L’Italia, però, dispone anche di due donne d’assalto per dare la caccia al podio.

Edwige Gwend nella categoria -63 kg ha dimostrato spesso di essere in grado di far saltare il banco e i suoi numerosi successi in ambito internazionale rappresentano una garanzia per il Bel Paese, nonostante il passo falso nell’ultimo torneo continentale. L’Italia si aspetta da lei una medaglia di prestigio, ma c’è fermento anche in relazione al rientro ad alti livelli di Odette Giuffrida, argento olimpico a Rio 2016, che tornerà a cimentarsi nella categoria -57 kg dopo essersi lasciata alla spalle il periodo buio dei problemi fisici che le hanno compromesso l’ultima annata. La squadra italiana, in ogni caso, può disporre anche di altri atleti in grado di giocarsi le medaglie.

Nicholas Mungai, in particolare, è competitivo nella categoria -90 kg, mentre Giuliano Loporchio nei -100 kg è in rampa di lancio e c’è da scommettere che venderà cara la pelle fino in fondo, al pari di Manuel Lombardo nella categoria -66 kg. Tra le donne, invece, saranno outsider di lusso Francesca Milani, che ha ben figurato nei -48 kg agli Europei e proverà a consacrarsi a Tarragona, e Carola Paissoni, che nella categoria -70 kg ha ottenuto diversi podi di prestigio in giro per il mondo e che darà la caccia ad una medaglia per dimostrare al mondo intero di potersi giocare le proprie carte sui grandi palcoscenici internazionali. L’impressione è che l’Italia possa fare incetta di medaglie a Tarragona e che le emozioni e lo spettacolo non mancheranno di certo.




mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fijlkam

Lascia un commento

scroll to top