Volley, Nations League 2018: Italia, partenza a razzo! Azzurri da urlo, Serbia e Brasile abbattute: tre vittorie, entusiasmo a mille

ITALIA-GRUPPO-VOLLEY-MASCHILE.jpg


L’Italia ha incominciato con il botto la propria avventura nella Nations League 2018 di volley maschile e ha letteralmente sbancato Kraljevo. Weekend da incorniciare per gli azzurri che si sono superati e sono andati ben oltre le più rosee aspettative della vigilia: tre vittorie consecutive contro tre avversarie di rango, tutte surclassate con grande gioco e intensità. Se il successo sulla Germania priva delle stelle Grozer e Kaliberda poteva sembrare un atto dovuto, l’impresa contro il Brasile Campione Olimpico ha galvanizzato la nostra squadra che poi si è esaltata rifilando un sonoro 3-0 alla Serbia padrona di casa. I ragazzi del CT Chicco Blengini hanno messo in campo tanta energia, tanto entusiasmo, un livello tecnico già importante e soprattutto tanto affiatamento.

C’è tanta voglia di riscatto dopo le delusioni accumulate nel 2017 e i primi indizi dai Balcani sono estremamente confortanti, anche se siamo soltanto all’inizio della lunga estate che condurrà ai Mondiali casalinghi. Originariamente si puntava a trovare gli automatismi e le giuste intese, poi sono arrivati anche i risultati e l’Italia viaggia sulle ali di un entusiasmo contagioso che può fare solo bene in vista del prossimo futuro: la trasferta in Argentina, dove affronteremo Iran e Canada oltre ai padroni di casa, rappresenta l’occasione giusta per confermarsi e per avvicinarsi ulteriormente alla Final Six.

Intanto riabbracciamo Ivan Zaytsev e Osmany Juantorena che sono stati letteralmente sbalorditivi: lo Zar ha fatto la differenza da opposto (69 punti complessivi) e ha confermato di essere uno dei migliori al mondo in questo ruolo, la Pantera ha garantito quella solidità e quella sicurezza di cui avevamo bisogno. Ulteriore salto in avanti da parte di Simone Giannelli in cabina di regia, ottima risposta da parte di Luigi Randazzo di banda (è stato preferito ad Antonov e deve ancora rientrare Filippo Lanza), segnali positivi da Simone Anzani al centro che è stato affiancato da Enrico Cester e Daniele Mazzone (la coppia titolare sembra debba ancora definirsi) e poi un monumentale Massimo Colaci nel ruolo di libero-capitano.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top