Giro d’Italia 2018, Kanstantsin Siutsou ha rischiato la vita! Il dottore: “Se la frattura fosse stata più profonda…”. Il casco lo ha salvato


Kanstantsin Siutsou ha davvero rischiato la vita. Il bielorusso è caduto malamente durante la ricognizione della cronometro di Gerusalemme, prima tappa del Giro d’Italia 2018, ed è stato costretto al ritiro. Il corridore della Bahrain Merida ha riportato la frattura lineare della seconda vertebra cervicale.

Il direttore sportivo Vladimir Miholjevic racconta che le conseguenze sarebbero potute essere ben più gravi: “Il casco gli ha salvato la vita, è stato come se si fosse tuffato a pesce nel mare“. Il dottor Guardascione esprime bene il rischio corso da Siutsou: “Poteva andare molto peggio, se la frattura fosse stata un centimetro più profonda… Gli è stato messo un collare che dovrà portare almeno un mese e che gli permette di sedersi. Già oggi potrebbe rientrare a casa“. A spiegare la dinamica dell’incidente è stato invece lo stesso ciclista: “Ero in discesa, meno di 5 km all’arrivo. Ho preso una piccola buca e si è impiantato il manubrio“.

 





(foto Team Bahrain Merida)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top