Pallanuoto femminile, le migliori italiane della 15ma giornata di Serie A1. Domitilla Picozzi cala il pokerissimo, bene Giulia Gorlero

Gorlero-pallanuoto-Daniela-Bolla4.jpg


La 15ma giornata del massimo campionato italiano di pallanuoto femminile ha sottolineato, qualora ce ne fosse bisogno, la superiorità del Catania. In chiave salvezza il Messina ha perso quello che forse era l’ultimo treno per evitare la retrocessione senza la disputa dei play out. Andiamo a scoprire le migliori italiane in acqua nell’ultimo turno di Serie A1.

Domitilla Picozzi (Roma): puntuale come una tassa. A pagarla, le avversarie del Rapallo: 5 reti e vittoria esterna pesantissima in ottica Final Six, con il quadro della situazione che, a tre giornate dal termine si rivela sempre più intricato. La compagine capitolina però deve ancora osservare il turno di riposo.

Roberta Bianconi (Catania): sempre più capocannoniere del campionato, dopo la tripletta di sabato ora le marcature sono 36. Le tre reti sono arrivate tutte nel terzo periodo, quello della rimonta, dopo che le etnee si erano trovate sotto di una rete a metà gara contro il Bogliasco.

Arianna Garibotti (Catania): due reti decisive quasi quanto quelle della compagna appena citata. Ne segna una nel terzo periodo ed una nell’ultimo quarto, quando la rimonta delle siciliane ha ormai preso corpo. Mercoledì anticipo di Serie A1 e poi mente a Kirishi, dove tra venerdì e sabato ci sarà la Final Four di Eurolega.

Giulia Gorlero (Cosenza): le sue parate risulteranno decisive per vincere lo scontro diretto in trasferta a Messina e mettersi al riparo da qualsiasi rischio di play out. Sabato prossimo in Calabria arriva la Florentia e le cosentine avranno modo di mettere la parola fine alla rincorsa salvezza.

Agnese D’Amico (Messina): predica nel deserto. Le tre reti delle peloritane sono tutte sue, due delle quali in superiorità numerica (su 9 occasioni). Troppo sola per riuscire ad evitare ciò che ora, calendario alla mano, appare inevitabile, ovvero la retrocessione diretta. Riuscire a centrare i play out sarebbe un vero miracolo sportivo.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Daniela Bolla

roberto.santangelo@oasport.it

Lascia un commento

scroll to top