Moto3, GP Argentina 2018: risultato e classifica gara. Domina Marco Bezzecchi! Sul podio anche Fabio Di Giannantonio

Bezzecchi-Moto3-Twitter-VR46-Academy-e1526702784891.jpg

La gara di Moto3 del GP di Argentina ha parlato decisamente italiano. Marco Bezzecchi ha dominato sul circuito di Termas de Río Hondo, vincendo d’autorità la sua prima gara in carriera. Sul podio con lui lo spagnolo Aron Canet (Estrella Galicia 0,0) e Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3), secondo e terzo al termine di una lotta durata sin dal primo giro.

A regnare, però, è stato ancora una volta il meteo, come già per tutto il weekend. Dopo la pioggia del mattino, la gara è partita su asfalto bagnato, ma il cielo ha concesso una tregua. E proprio l’assenza della pioggia ha deciso la gara. Alcuni piloti, infatti, hanno provato la strategia a sorpresa, partendo con la gomma slick e puntando su un miglioramento della pista nella seconda parte. Tra questi Tony Arbolino (Marinelli Rivacold Snipers), il poleman, che di fatto ha vanificato con questa scelta le sue chance di vittoria. Alla partenza, infatti, il 17enne è stato bruciato da Bezzecchi, naufragando indietro per via della gomma poco performante nelle condizioni di inizio gara.

Bezzecchi, invece, con la gomma rain, è letteralmente scappato via. Il pilota italiano del team Redox PruestelGP ha inanellato una sequenza pazzesca di giri veloci, portando ben presto il suo margine a 6-7″ sugli inseguitori. Un distacco rivelatosi poi incolmabile. Bezzecchi ha vinto anche di maturità, perché nella seconda parte l’asfalto si è effettivamente asciugato, ma quando oramai era troppo tardi per rientrare e cambiare moto. Il classe ’98 ha così gestito la gomma e il vantaggio, arrivando in solitaria sotto la bandiera a scacchi.

Alle sue spalle, invece, è impazzata la lotta, da cui è uscito vincitore Canet, che ha resistito all’assalto finale di Di Giannantonio, alla fine terzo. Anche lo spagnolo Jaume Masia (Bester Capital Dubai) era stato protagonista di questa lotta, ma nel finale è caduto dopo un contatto con il pilota italiano. Ne ha approfittato così Enea Bastianini, risalito fino alla quarta posizione a poca distanza dal podio. Quinto il malese Adam Norrodin (Petronas Sprinta Racing), davanti allo spagnolo Alonso Lopez (Estrella Galicia 0,0). In top-10, poi, anche Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing) e Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse), davanti all’argentino Gabriel Rodrigo (RBA BOE Skull Rider) e Tony Arbolino, alla fine decimo.

Ma se Arbolino è stato premiato solo alla fine dalla sua scelta, i rimpianti sono ancora più alti per Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3), rientrato per montare le slick dopo il giro di ricognizione. Lo spagnolo ha tenuto un ritmo impressionante nella seconda parte, ben 3″ superiore anche a quello di Arbolino, a parità di gomma, ma il distacco accumulato era troppo alto. Chissà cosa sarebbe cambiato montando in partenza la slick…

Ritirati, infine, i due piloti dello Sky Racing Team VR46: Dennis Foggia stava tenendo un buon ritmo ma è caduto quando era in sesta posizione a pochi giri dalla fine e sembrava potersi inserire nella lotta al podio, mentre Nicolò Bulega ci ha provato con la slick ma ha poi deciso di rientrare ai box chiudendo un weekend da incubo.

I risultati del GP di Argentina di Moto3

1 25 12 Marco BEZZECCHI ITA Redox PruestelGP KTM 145.1 41’43.822
2 20 44 Aron CANET SPA Estrella Galicia 0,0 Honda 144.8 +4.689
3 16 21 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Del Conca Gresini Moto3 Honda 144.8 +4.963
4 13 33 Enea BASTIANINI ITA Leopard Racing Honda 144.7 +5.818
5 11 7 Adam NORRODIN MAL Petronas Sprinta Racing Honda 144.5 +9.112
6 10 72 Alonso LOPEZ SPA Estrella Galicia 0,0 Honda 144.3 +13.349
7 9 48 Lorenzo DALLA PORTA ITA Leopard Racing Honda 144.3 +13.925
8 8 23 Niccolò ANTONELLI ITA SIC58 Squadra Corse Honda 144.2 +14.363
9 7 19 Gabriel RODRIGO ARG RBA BOE Skull Rider KTM 144.1 +16.573
10 6 14 Tony ARBOLINO ITA Marinelli Snipers Team Honda 143.7 +24.299
11 5 88 Jorge MARTIN SPA Del Conca Gresini Moto3 Honda 143.6 +25.373
12 4 42 Marcos RAMIREZ SPA Bester Capital Dubai KTM 143.6 +26.060
13 3 16 Andrea MIGNO ITA Angel Nieto Team Moto3 KTM 143.5 +26.376
14 2 84 Jakub KORNFEIL CZE Redox PruestelGP KTM 143.5 +26.488
15 1 11 Livio LOI BEL Reale Avintia Academy KTM 143.5 +26.537
16 71 Ayumu SASAKI JPN Petronas Sprinta Racing Honda 143.4 +29.252
17 17 John MCPHEE GBR CIP – Green Power KTM 143.2 +32.937
18 41 Nakarin ATIRATPHUVAPAT THA Honda Team Asia Honda 143.1 +33.892
19 27 Kaito TOBA JPN Honda Team Asia Honda 142.9 +37.665
20 22 Kazuki MASAKI JPN RBA BOE Skull Rider KTM 142.9 +38.202
21 24 Tatsuki SUZUKI JPN SIC58 Squadra Corse Honda 141.5 +1’02.305
22 40 Darryn BINDER RSA Red Bull KTM Ajo KTM 140.7 +1’17.384
23 65 Philipp OETTL GER Sudmetal Schedl GP Racing KTM 139.7 +1’36.986
24 76 Makar YURCHENKO KAZ CIP – Green Power KTM 136.7 1 Lap
Not Classified
5 Jaume MASIA SPA Bester Capital Dubai KTM 144.6 2 Laps
10 Dennis FOGGIA ITA SKY Racing Team VR46 KTM 144.4 3 Laps
75 Albert ARENAS SPA Angel Nieto Team Moto3 KTM 143.2 4 Laps
8 Nicolo BULEGA ITA SKY Racing Team VR46 KTM 141.9 5 Laps

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL MOTOMONDIALE 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter VR46 Riders Academy

Lascia un commento

scroll to top