Giro d’Italia 2018, Elia Viviani la punta azzurra per le volate. Il campione olimpico ha fame di tappe

Cinque vittorie ad inizio stagione, poi il doloroso secondo posto alla Gand Wevelgem (chiusa alle spalle del campione del mondo Peter Sagan) a chiudere questa prima parte di 2018. Ora il ritorno al Giro di Romandia, per puntare tutto sul Giro d’Italia: Elia Viviani torna a gareggiare nella Corsa Rosa, con la nuova maglia della Quick-Step Floors. L’azzurro vuole giocarsi le sue carte nelle tante volate a disposizione: nel palmares conta una sola vittoria nella gara di casa, vuol sicuramente aggiornare le statistiche.

A differenza delle passate edizioni nelle quali abbiamo visto protagonista il corridore di Isola della Scala, questa volta il campione olimpico potrà avere a disposizione praticamente tutta la squadra per mettere in strada un treno fondamentale per il suo sprint. Nello squadrone belga, infatti, l’obiettivo sarà quello di vincere più tappe possibili, vista l’assenza di uomini in grado di far classifica. Proprio Viviani potrebbe essere addirittura l’uomo faro della compagine: tra le prime frazioni in Israele e quelle che si snodano nel Sud Italia ci sarà davvero tanto spazio per gli sprint, dunque per aumentare ancor di più il bottino di successi.

La condizione vista in questo 2018 sembra essere quella dei giorni migliori: dopo il successo olimpico nell’omnium su pista in quel di Rio, Viviani ha infatti deciso di dedicarsi completamente alla strada e sembra aver trovato la quadratura del cerchio. Se per quanto riguarda le volate non ci sono mai stati dubbi sulle qualità dello sprinter tricolore, un’ulteriore crescita è arrivata sulla resistenza alle lunghe distanze ed anche alle salite di media difficoltà. In chiave sprint, poi, la tecnica è stata affinata e ora il velocista azzurro sembra non temere più nessuno nello spalla a spalla: le punte di velocità trovate sono davvero eccezionali e per di più troviamo uno stato fisico/psicologico mai visto in carriera. I rivali, poi, non sembrano essere i più forti in circolazione: un motivo in più per provare ad essere dominante nelle volate della Corsa Rosa.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

© Quick-Step Floors Cycling Team / Getty Images

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Elia Viviani Giro d'Italia 2018

ultimo aggiornamento: 27-04-2018


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2018, la formazione e la rosa del Team Sky. Chris Froome guida la squadra: “Voglio vincere ma sarà dura”

F1, GP Azerbaijan 2018 analisi prove libere: la Red Bull impressiona soprattutto sul passo gara, ma Ferrari e Mercedes non sono lontane