Show Player

Giro dell’Appennino 2018: trionfo di Giulio Ciccone, che batte i compagni di fuga Antunes e Masnada



Giulio Ciccone conquista la 79ma edizione del Giro dell’Appennino. Il 23enne abruzzese della Bardiani – CSF ha sferrato un attacco magistrale nel finale riuscendo a staccare i compagni di fuga e imporsi in solitaria sul traguardo di Genova. Secondo posto per il portoghese Amaro Antunes, mentre al terzo troviamo Fausto Masnada.

Dopo 10 km di corsa parte la fuga di giornata, formata da sette corridori: Mateusz Taciak (CCC Sprandi Polkowice), Fernando Barcelo (Euskadi – Murias), Enrico Salvador (Biesse Carrera Gavardo), Emanuele Onesti (D’Amico Utensilnord), El Mehdi Chokri (Dimension Data for Qhubeka), Luca Colnaghi (Sangemini MgK.Vis) e Filippo Fortin (Felbermayr – Simplon Wels). Il loro vantaggio resta sui 4’ nella parte centrale, ma sulla salita del Passo della Bocchetta tutti i fuggitivi vengono gradualmente ripresi dal gruppo.

Loading...
Loading...

A circa 50 km dal traguardo arriva l’azione decisiva con tre corridori che sferrano l’attacco: Fausto Masnada (Androni – Sidermec – Bottecchia), Giulio Ciccone (Bardiani – CSF) e Amaro Antunes (CCC Sprandi Polkowice). Questo terzetto guadagna subito terreno e scollina all’ultimo GPM di giornata con 2’ di vantaggio sul gruppetto degli inseguitori, formato da una ventina di unità. Gli attaccanti continuano ad andare a tutta, mentre dietro non c’è accordo e l’inseguimento diventa quindi vano. Il terzetto al comando si va quindi a giocare la vittoria con Ciccone che piazza uno scatto magistrale e va a conquistare la vittoria in solitaria davanti a Antunes e Masnada.

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Credits @C&PStudioLab

Loading...

Lascia un commento

scroll to top