Sci alpino, Sofia Goggia: “Pazzesco. Bello quando raggiungi un obiettivo, contenta per aver vinto il SuperG dopo la Coppa del Mondo”

sofia-goggia-sci-foto-tacca-pentaphoto.jpg

Sofia Goggia ha vinto il SuperG di Are, Finale della Coppa del Mondo 2018 di sci alpino. La Campionessa Olimpica di discesa, dopo aver conquistato la Sfera di Cristallo nella specialità prediletta, è riuscita a imporsi anche in questa specialità e raggiante ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni della FISI: “Pazzesco. Alla fine è troppo bello quando raggiungi l’obiettivo che ti sei prefissato da lungo tempo: era da Garmisch che ci credevo (nella Coppa di discesa, ndr), poi nel mezzo c’era stata la Corea ma io mi sono avvicinata passo per passo, puntavo solo sulla discesa di ieri, mi sono mossa solo su quello.

Quando ieri ho visto luce verde sono stata stata contentissima, nel pomeriggio ero esausta ma ero fiduciosa su oggi perché avevo già fatto quello che dovevo fare. Sapevo che c’ero e c’erano tutti i presupposti per fare bene, anzi avevo scritto al mio ski-men che volevo fare quello che non ero riuscita a fare in Corea. Mentre scendevo le sensazioni non erano delle migliori ma ho vinto questo superG e sono contenta di aver vinto in questa disciplina perché mi sento molto forte qui anche se non sono mai riuscita a esprimermi al massimo“.

 





(foto Pentaphoto FISI)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter


2 Replies to “Sci alpino, Sofia Goggia: “Pazzesco. Bello quando raggiungi un obiettivo, contenta per aver vinto il SuperG dopo la Coppa del Mondo””

  1. Fabio90 ha detto:

    Impressionante…che bello avere un atleta in Italia cosi forte e con cosi tante belle prospettive dopo aver gia vinto un olimpiade, un bronzo mondiale e un coppa di specialita in discesa..roba che altri atleti italiani forti nemmeno hanno raggiunto a fine carriera magari..qui ci si augura possano esserci 4 anni pieni di soddisfazioni almeno, anche se sappiamo benissimo che noi italiani facciamo fatica a dominare del tutto anche quando siamo forti….la coppa del mondo generale ahime rimane molto complessa causa shiffrin (e causa un calendario che favorisce sempre chi va forte in slalom!) ma gli obiettivi principali di sofia potranno essere i mondiali di are…in attesa di quelli di cortina nel 2021 che apriranno le strade a pechino 2022..godiamocela..sperando possa vincere il piu possibile.

    1. ale sandro ha detto:

      Per il discorso Coppa, più che guardare alla Shiffrin o alle gare in programma, la Goggia dovrebbe prima di tutto continuare a fare risultati da vittoria o podio in tutte le discese e supergiganti, oltre a tornare a fare più podi possibili in gigante e punti pesanti in combinata, cercando di uscire il meno possibile.
      E cioè “semplicemente” fare meglio della scorsa stagione con i 13 podi complessivi, contro gli 8 di questa stagione ottenuti finora.
      Con il livello che sta raggiungendo , per quanto sia sempre difficile primeggiare, è un qualcosa che potrà fare in futuro. A quel punto tanto di cappello a chi le starà davanti, se le starà davanti.
      Credo che il suo modo di fare e il lavoro che sta facendo sia produttivo al massimo, proprio perchè non privilegia un singolo evento o un periodo in maniera troppo esagerata, e questo vuol dire poter fare risultati non solo in un grande evento ma in tutta la stagione.
      Anche mentalmente mi sembra sempre più “allenata” da questo punto di vista.

      Non farei paragoni con altri atleti , magari pure di altri sport o periodi, che risultano sempre fuorvianti.
      Per capirci, una carriera di Goggia con i risultati di gente come Kostner, con 2 mondiali vinti e altri podi olimpici, o Compagnoni (3 ori ai giochi 3 mondiali), non farebbero così schifo.
      Poi è chiaro che lei deve puntare a fare ancora di più, perchè ne ha le doti per farlo, e come i grandi campioni deve essere incontentabile.
      Diciamo che è una grande cosa avere una come lei e un altra di 4 anni più piccola che ,sempre sulla neve ma con uno snowboard, ha già portato a casa più di lei.
      Per chi aveva dei dubbi , dopo i Giochi, su chi sarebbe potuto confermare nel quadriennio e magari a Pechino, credo che questi dubbi siano fugati dalle due campionesse.

Lascia un commento

scroll to top