Seguici su

Pattinaggio Artistico

Pattinaggio artistico, Carolina Kostner sei una DEA! Pazzesco primo posto ai Mondiali di Milano dopo il corto, Zagitova alle spalle!

Pubblicato

il

Una vera Regina del Ghiaccio, una meraviglia divina capace di riempire il Mediolanum Forum di mercoledì pomeriggio, una Fata in grado di volare verso i massimi sistemi celestiali, un’icona del pattinaggio, un monumento incrollabile in grado di emozionare i cuori di tutta una Nazione, di far ribollire il ghiaccio e di fare piangere di gioia tutto il pubblico. Semplicemente Carolina Kostner: ha confezionato l’ennesima magia di una carriera infinita, un atto d’amore nei confronti di questo sport. La Musa Danzante è prima dopo il programma corto ai Mondiali 2018 di pattinaggio artistico! 

Milano è tutta ai suoi piedi, la gardenese ha sovvertito qualsiasi pronostico, ha piazzato una magia incredibile, ha eseguito un esercizio ai limiti della perfezione, un cioccolatino da gustare e rigustare, qualcosa che resterà nell’antologia della sua specialità. Carolina Kostner è davanti a tutte a metà gara, ha messo in fila tutte le rivali, le ha battute con la sua eleganza, con la sua grazia, con la sua bellezza, con la sua unicità. Semplicemente maestosa. In un impianto che ribolliva di passione per la prediletta, forse all’ultima recita della carriera, la 31enne si è superata ancora una volta e ha sfondato il muro degli 80 punti per la prima volta in carriera: 80.27 per la più grande pattinatrice che si sia vista alle nostre latitudini.

Toccando le corde dell’animo è riuscita addirittura a lasciarsi alle spalle la russa Alina Zagitova, Campionessa Olimpica e d’Europa in carica. Il fenomeno dell’Est è la grande favorita per la conquista del titolo, non ha sbagliato nulla sotto il profilo tecnico ma si è dovuta inchinare al cospetto della grazia unica di Carolina: 79.51 punti per la 15enne che dunque paga sette decimi di distacco, un gap colmabile nel programma libero previsto per venerdì sera. La Kostner cercherà l’impossibile per provare a batterla ma ora il podio è assolutamente alla sua portata: la settima medaglia iridata non è più un miraggio per l’azzurra, non è più un sogno, ma può diventare realtà.

L’altoatesina ha infatti sei lunghezze di margine sulla nipponica Satoko Miyahara (74.36) e più di sette punti di vantaggio sulla canadese Kaetlyn Osmond (72.73 per il bronzo delle Olimpiadi di PyeongChang 2018 a causa di una caduta). Quinta la russa Maria Sotskova (71.80), sesta la canadese Gabrielle Daleman (71.61). Bravissima anche la 16enne Elisabetta Leccardi che, alla prima esperienza, è riuscita a qualificarsi al programma libero (51.13, è 23esima).

 

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA GARA DI CAROLINA KOSTNER

 





(foto Valerio Origo)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online