Seguici su

Judo

Judo, Grand Slam Ekaterinburg 2018: Fabio Basile è bronzo nei 73 kg, primo podio dopo le Olimpiadi. Terza anche Edwige Gwend

Pubblicato

il

In questo fine settimana il World Tour di judo sta vivendo un nuovo atto con il Grand Slam di Ekaterinburg 2018, tappa russa del circuito mondiale, che ha luogo per il secondo anno dopo aver raccolto l’eredità dei tornei che in passato si svolsero a Mosca e Tjumen’.

73 KG UOMINI

Campione olimpico della categoria 66 kg, Fabio Basile ha poi deciso di passare alla divisione di peso superiore, dove fino ad ora non era andato oltre il quinto posto del Grand Slam di Abu Dhabi. In Russia, il ventitreenne azzurro ha invece conquistato un bronzo che rappresenta il suo primo podio in questa categoria, ed anche il primo podio dopo il successo a cinque cerchi. Basile ha esordito sconfiggendo per ippon il rumeno Marcel Cercea, risultato ripetuto poi contro il numero tre del tabellone, il brasiliano Marcelo Contini. Ai quarti, è arrivato poi un altro ippon contro il padrone di casa russo Uali Kurzhev, prima che il sorprendente armeno Ferdinand Karapetian fermasse la corsa dell’azzurro in semifinale, con un ippon al golden score. Basile ha comunque potuto dimostrare il suo adattamento alla nuova categoria battendo il numero uno del tabellone, il kazako Zhansay Smagulov, con un waza-ari nel match per il bronzo.

In finale, Karapetian avrebbe poi ceduto al mongolo Tsogtbaatar Tsend-Ochir, vincitore con un waza-ari al golden score, mentre l’altro bronzo è finito al collo di Kurzhev, dopo che Victor Scvortov, rappresentante degli Emirati Arabi Uniti, ha accumulato tre shido.

73 kg
1. TSEND-OCHIR, Tsogtbaatar (MGL)
2. KARAPETIAN, Ferdinand (ARM)
3. BASILE, Fabio (ITA)
3. KURZHEV, Uali (RUS)
5. SCVORTOV, Victor (UAE)
5. SMAGULOV, Zhansay (KAZ)
7. NOGAMI, Rentaro (JPN)
7. RAICU, Alexandru (ROU)

63 KG DONNE

Poco dopo il bronzo di Fabio Basile, Edwige Gwend ha ottenuto il terzo posto in quella che è stata l’ultima categoria ad assegnare le proprie medaglie in ordine cronologico. L’emiliana ha iniziato il proprio percorso con una difficile sfida contro la padrona di casa russa Iana Poliakova, sconfitta solamente dopo quasi otto minuti di combattimento per ippon. Battuta, ancora per ippon al golden score, dall’olandese Juul Franssen, numero quattro del seeding, Gwend è andata a imporsi contro la russa Kamila Badurova ai ripescaggi, e poi contro la polacca Agata Ozdoba-Blach nel match per il bronzo, rispettivamente per waza-ari e per ippon.

La finale ha premiato la ventiduenne giapponese Aimi Nouchi, che si era già imposta due anni fa a Tjumen’, capace di costringere ai tre shido Franssen. Podio anche per la francese Maëlle Di Cintio, che ha inflitto un waza-ari alla tedesca Martyna Trajdos. Eliminazione precoce, invece, per la numero uno del seeding, la slovena Andreja Leški, reduce da due vittorie di peso a Düsseldorf ed Agadir.

-63 kg
1. NOUCHI, Aimi (JPN)
2. FRANSSEN, Juul (NED)
3. DI CINTIO, Maelle (FRA)
3. GWEND, Edwige (ITA)
5. OZDOBA-BLACH, Agata (POL)
5. TRAJDOS, Martyna (GER)
7. BADUROVA, Kamila (RUS)
7. DOBRE, Stefania Adelina (ROU)

48 KG DONNE

Prima vittoria in un torneo del Grand Slam per la venticinquenne giapponese Hiromi Endo. La due volte campionessa continentale asiatica si è imposta costringendo ai tre shido l’argentina Paula Pareto, campionessa olimpica in carica e grande favorita della vigilia. Sul podio anche la mongola Narantsetseg Ganbaatar, che ha battuto per waza-ari la rumena Monica Ungureanu, e la tedesca Katharina Menz, che ha avuto la meglio sull’altra mongola Gerelmaa Erdenetsogt sempre per waza-ari.

-48 kg
1. ENDO, Hiromi (JPN)
2. PARETO, Paula (ARG)
3. GANBAATAR, Narantsetseg (MGL)
3. MENZ, Katharina (GER)
5. ERDENETSOGT, Gerelmaa (MGL)
5. UNGUREANU, Monica (ROU)
7. JURA, Anne Sophie (BEL)
7. POP, Alexandra (ROU)

60 KG UOMINI

Campione mondiale nel 2015, il kazako Yeldos Smetov è tornato alla vittoria in un torneo del World Tour quasi tre anni dopo l’ultimo successo. Il venticinquenne ha impiegato poco più di due minuti per mettere a segno l’ippon decisivo ai danni del padrone di casa russo Islam Yashuev. Sempre per la Russia, il campione olimpico Beslan Mudranov ha conquistato il bronzo al golden score sul francese Walide Khyar, mentre il giapponese Yuma Oshima ha inflitto un waza-ari ed un ippon all’altro russo Sakhavar Gadzhiev. Da notare che il nipponico aveva eliminato in precedenza il numero uno del tabellone, il georgiano Amiran Papinashvili.

-60 kg
1. SMETOV, Yeldos (KAZ)
2. YASHUEV, Islam (RUS)
3. MUDRANOV, Beslan (RUS)
3. OSHIMA, Yuma (JPN)
5. GADZHIEV, Sakhavat (RUS)
5. KHYAR, Walide (FRA)
7. BASSOU, Issam (MAR)
7. TAKABATAKE, Eric (BRA)

52 KG DONNE

Primo successo per la nazionale di casa: a firmarlo è la ventottenne Natalia Kuziutina, tre volte campionessa europea e medagliata di bronzo olimpica, che in finale ha sconfitto per ippon la numero uno del seeding, la brasiliana Erika Miranda, imponendosi per la prima volta in carriera di fronte al proprio pubblico. La bandiera verdeoro ha sventolato anche sul terzo gradino del podio, con Jessica Pereira che ha superato per ippon la bielorussa Darya Skrypnik, mentre la giapponese Rina Tatsukawa ha battuto per ippon la rumena Alexandra-Larisa Florian.

-52 kg
1. KUZIUTINA, Natalia (RUS)
2. MIRANDA, Erika (BRA)
3. PEREIRA, Jessica (BRA)
3. TATSUKAWA, Rina (JPN)
5. FLORIAN, Alexandra-Larisa (ROU)
5. SKRYPNIK, Darya (BLR)
7. KUTSENKO, Aigul (RUS)
7. PERENC, Agata (POL)

66 KG UOMINI

Campione del mondo e padrone incontrastato della categoria, il giapponese Hifumi Abe ha conquistato la sua settima vittoria in un torneo del Grand Slam. A farne le spese è stato il padrone di casa russo Yakub Shamilov, sconfitto in finale per waza-ari, mentre il suo connazionale Abdula Abdulzhalilov ha conquistato il bronzo vincendo per ippon il derby con Isa Isaev. Sul podio anche il bielorusso Dzmitry Minkou, che invece ha costretto ai tre shido al golden score lo sloveno Adrian Gomboc. Per i colori azzurri, Manuel Lombardo è stato eliminato per waza-ari dal kazako Gumar Kyrgyzbayev, mentre Matteo Medves ha subito l’ippon del francese Kilian Le Blouch.

-66 kg
1. ABE, Hifumi (JPN)
2. SHAMILOV, Yakub (RUS)
3. ABDULZHALILOV, Abdula (RUS)
3. MINKOU, Dzmitry (BLR)
5. GOMBOC, Adrian (SLO)
5. ISAEV, Isa (RUS)
7. CHIBANA, Charles (BRA)
7. YONDONPERENLEI, Baskhuu (MGL)

57 KG DONNE

A trentadue anni, la portoghese Telma Monteiro continua ad essere una delle grandi protagoniste di questa categoria. La lusitana, infatti, è andata a conquistare la sua quinta vittoria in un torneo del Grand Slam dopo aver battuto per ippon la pur ottima rappresentante di Taipei, Lien Chen-Ling. Numero uno del mondo e campionessa iridata in carica, la mongola Sumiya Dorjsuren si è dovuta accontentare del terzo gradino del podio, dopo aver realizzato un ippon al golden score sull’ungherese Hedvig Karakas. L’altro bronzo è andato proprio a colei che aveva battuto Dorjsuren ai quarti, la giapponese Momo Tamaoki, che ha costretto ai tre shido la rumena Loredana Ohai.

-57 kg
1. MONTEIRO, Telma (POR)
2. LIEN, Chen-Ling (TPE)
3. DORJSUREN, Sumiya (MGL)
3. TAMAOKI, Momo (JPN)
5. KARAKAS, Hedvig (HUN)
5. OHAI, Loredana (ROU)
7. KONKINA, Anastasiia (RUS)
7. MEZHETSKAIA, Daria (RUS)

 

giulio.chinappi@oasport.it





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online