Show Player

Attraverso le Fiandre 2018: Yves Lampaert concede il bis, la Quick-Step Floors non sbaglia mai



Yves Lampaert vince ancora alla Attraverso le Fiandre – Dwars Door Vlaanderen 2018. Clima e percorso da vero Belgio, tattica di squadra perfetta: con il dorsale numero 1 sulla schiena, il belga della Quick-Step Floors ha confermato la vittoria dello scorso anno a soli quattro giorni dal Giro delle Fiandre.

Inizio di corsa ad altissime andature, ma per i primi 100 chilometri, di fatto, il gruppo è rimasto compatto, nonostante si sia allungato in diverse fasi. I primi ad attaccare e prendere vantaggio sono stati Luke Rowe (Team Sky) e Tony Martin, che pur in momentI diversi hanno preso un buon margine iniziale per poi essere riassorbiti dal gruppo. La corsa, però, si è accesa in maniera definitiva a 53 chilometri dal traguardo sull’attacco del ceco Zdenek Stybar (QuickStep Floors), cui ha provato a rispondere senza successo Alejandro Valverde (Movistar), prontamente ripreso dal resto del gruppo. Su queste accelerazioni, però, il gruppo si è assottigliato in maniera decisa, fino a che davanti sono rimasti solamente una decina di uomini che hanno riassorbito Stybar, con tutti i big della vigilia presenti in questo drappello.

Loading...
Loading...

Tiesj Benoot (Lotto Soudal) e Greg Van Avermaet (Bmc) sono riusciti ad avvantaggiarsi sul resto del gruppo, ma il lavoro della QuickStep Floors e della LottoNL-Jumbo ha neutralizzato anche il tentativo del tandem belga. Sul pavé, poco dopo, Sep Vanmarcke (LottoNL-Jumbo) e Yves Lampaert (QuickStep Floors) se ne sono andati sfruttando le pietre, raggiunti poco dopo da Mike Teunissen (Sunweb), Mads Pedersen (Trek-Segafredo) ed Edvald Boasson Hagen (Dimension Data): questo quintetto ha preso margine sugli inseguitori, guadagnando oltre 40” sugli altri big.

Negli ultimi 5 chilometri si sono scatenati gli attacchi, dopo che Vanmarcke aveva alzato il ritmo sull’ultimo tratto di pavé mettendo in fila indiana tutti gli altri. Il quintetto, però, è rimasto compatto fino all’ultimo chilometro: a 800 metri dal traguardo Lampaert si è trovato davanti con una decina di metri di vantaggio su tutti gli altri e ha deciso di attaccare. In breve ha messo da parte un margine sufficiente per andare a confermarsi al primo posto. Seconda posizione per Teunissen, che ha vinto la volata dei battuti, mentre Vanmarcke si è dovuto accontentare della terza piazza, pur destando ottime sensazioni in vista dei prossimi appuntamenti. A seguire Boasson Hagen e Pedersen, mentre Stybar ha chiuso sesto battendo Benoot in una volata a due dopo che si erano avvantaggiati sugli altri inseguitori. 12esimo Gianni Moscon (Team Sky), il migliore degli italiani.





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: © Sigfrid Eggers

Loading...

Lascia un commento

scroll to top