Tour of Oman 2018: Magnus Cort Nielsen si impone allo sprint nella quarta tappa davanti a Giovanni Visconti e Alberto Bettiol

Il danese Magnus Cort Nielsen conquista il successo nella quarta tappa del Tour of Oman. Sul traguardo di Ministry of Tourism, il corridore dell’Astana è stato il più veloce nello sprint ristretto, mettendosi alle spalle due italiani: Giovanni Visconti e Alberto Bettiol. Nel finale ci ha provato anche Vincenzo Nibali, che però non è riuscito a guadagnare abbastanza terreno sull’ultima salita.

La fuga di giornata parte subito dopo il via con sei corridori: Jacques Janse Van Rensburg (Dimension Data), Loïc Chetout (Cofidis), Rémi Cavagna (Quick-Step Floors), Casper Pedersen (Aqua Blue Sport), Pieter Weening (Roompot-Nederlandse Loterij) e Jon Irisarri (Caja Rural-Seguros RGA). Il loro vantaggio si mantiene costante attorno ai 2’ nella parte centrale della tappa. La corsa esplode però nel circuito finale, infatti sul secondo passaggio sulla salita di Al Jabal Street iniziano gli attacchi in testa al gruppo tra cui anche quello di Danilo Celano (Caja Rural-Seguros RGA). Il suo tentativo non ha però effetto mentre riesce a fare la differenza Peter Stetina (Trek-Segafredo), che in un paio di pedalate raggiunge Van Rensburg, unico fuggitivo a non essere ripreso dal gruppo. Si forma così una coppia al comando con un vantaggio attorno ai 40” a 25 km dal traguardo.

Van Rensburg inizia però a pagare lo sforzo e all’imbocco della terza ed ultima ascesa di Al Jabal Street, si stacca. Stetina rimane quindi solitario in testa, ma il suo vantaggio sugli inseguitori è minimo. Nel tratto finale della salita prova l’azione la Bahrain Merida, con il primo attacco sferrato da Vincenzo Nibali e poi il successivo da Gorka Izagirre, ma nessuno dei due va in porto, visto che il gruppo, tirato a tutta dagli uomini della BMC e dell’Astana, li va a riprendere poco dopo lo scollinamento.

Resta quindi in testa un gruppetto di circa 20 unità che si va a giocare la vittoria allo sprint. Una volata lanciata dall’Astana, che pilota al meglio Magnus Cort Nielsen che riesce ad imporsi nettamente su tutti i rivali e conquista così il primo successo stagionale. Alle sue spalle troviamo Giovanni Visconti (Bahrain Merida) e la coppia della BMC con Alberto Bettiol che precede Greg Van Avermaet, che resta leader della classifica generale con 9” su Alexey Lutsenko (Astana) e 13” su Nathan Haas (Katusha).

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica, Vanessa Ferrari: “La riabilitazione procede bene, ci vorrà tempo”. L’azzurra spinge per il rientro

Tiro con l’arco, Mondiali Indoor 2018: azzurri brillanti nella prima giornata, eliminato solo Mauro Nespoli, tutti gli altri accedono agli ottavi