Curling, Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018: esordio di fuoco per l’Italia, prima il Canada e poi la Svizzera


L’Italia del curling affronterà subito nella prima sessione del round robin la nazione più quotata di queste Olimpiadi Invernali di PyeongChang, ovvero il Canada dello skip Kevin Koe. La squadra azzurra formata da Joel Retornaz (third e skip), Amos Mosaner (fourth), Simone Gonin (second), Daniele Ferrazza (lead) e Andrea Pilzer (alternate) dovrà quindi fare l’impresa della vita per aprire con un successo questo torneo, ma c’è un precedente che può farci sognare.

Infatti a Torino 2006, quando l’Italia partecipò come paese ospitante, gli azzurri, capitanati anche in quel caso da Retornaz, riuscirono nella straordinaria impresa di battere il Canada in un emozionante sfida conclusa all’extra end. Ripetere quel risultato sarà però molto difficile, visto che i nordamericani, seppur con una formazione differente, hanno vinto le ultime tre rassegne olimpiche e le due iridate e hanno oggettivamente un tasso tecnico superiore ai nostri, ma sognare non costa nulla.

La seconda partita dell’Italia sarà ancora difficile, visto che gli azzurri affronteranno la Svizzera di Peter de Cruz. Gli elvetici hanno dimostrato infatti di essere cresciuti molto in questo quadriennio e sono reduci da una grande stagione, in cui hanno conquistato la medaglia di bronzo sia ai Mondiali che agli Europei. Proprio nell’ultima rassegna continentale l’Italia ha subito una pesantissima sconfitta per 8-2 con la Svizzera, che partirà favorita anche in questo caso e servirà quindi una partita perfetta degli azzurri per sperare nel successo.

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: WCF / Richard Gray

Lascia un commento

scroll to top