Bob donne, Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018: le ultime due manche assegneranno sul filo di lana l’oro, con Jamanka e Meyers Taylor favorite, e Humphries di rimonta

La medaglia d’oro del bob a 2 femminile di PyeongChang 2018 sarà assegnata domani per una vera e propria questione di centesimi. La gara, come si sapeva, è dominata dall’equilibrio e dai distacchi ridotti e lo spettacolo non mancherà fino all’ultima discesa. Le tedesche Mariama Jamanka e Lisa Buckwitz, infatti, comandano la classifica con il tempo complessivo di 1:41.26 (e il record nella seconda discesa in 50.72) ma con appena 7 centesimi sulle statunitensi Elana Meyers Taylor e Lauren Gibbs che, dopo aver fatto segnare il miglior tempo nella prima run, hanno commesso qualche errore di troppo nella successiva. Terza posizione provvisoria per le tedesche Stephanie Schneider e Annika Drazek che, nonostante un distacco di tre decimi, hanno recuperato una posizione a scapito delle statunitensi Jamie Greubel Poser e Aja Evans che, dal terzo posto, sono scivolate giù dal podio per appena due centesimi.

Quinta posizione parziale per la grande favorita di questa gara, la canadese Kaillie Humhries (con Phylicia George) che è alla caccia della terza vittoria consecutiva ai Giochi Olimpici in questa categoria. Per la vincitrice, anche, della Coppa del Mondo, l’inizio è stato in sordina con una sesta posizione tutt’altro che brillante nella prima discesa, mentre il terzo crono della seconda le ha permesso di salire, quantomeno, nella quinta posizione attuale. Il distacco dalla medaglia d’oro non è di poco conto, 34 centesimi, mentre il bronzo è distante appena 4 centesimi. In sesta posizione troviamo le due britanniche Mica McNeill e Mica Moore, staccate di poco meno di mezzo secondo, mentre in settima e ottava si sono classificate le canadesi Alysia Rissling e Heather Moyse e Christine de Bruin e Melissa Lotholz con circa mezzo secondo di distacco.

La terza manche prenderà il via alle ore 12.40 italiane (le 20.20 coreane) mentre la quarta run, quella che assegnerà le medaglie, scatterà alle ore 14.00. Grandi favorite, a questo punto, Jamanka e Meyers Taylor, ma attenzione alla rimontante Humphries che non mollerà nemmeno un millesimo fino alla fine. La canadese, inoltre, prenderà il via prima delle rivali e, in questo modo, potrà mettere pressione proprio quando saranno in palio le medaglie. Lei sa come si fa a vincere una medaglia d’oro alle Olimpiadi, e può fare tutta la differenza del mondo. Se Jamanka e Meyers Taylor sapranno gestire la tensione si saranno assolutamente meritate il successo.

 

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Mariama Jamanka – “credit IBSF/Viesturs Lacis”

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Superbike, Mondiale 2018: sarà l’anno della riscossa per la Ducati? Ultima occasione per la Panigale R

Biathlon, Lisa Vittozzi: simbolo di Sappada e delle Alpi Carniche, una predestinata della carabina