Pagelle Juventus-Torino 2-0, Coppa Italia 2018: Douglas Costa e Pjanic dipingono calcio, il Torino non risulta mai pericoloso


La Juventus regola il Torino per 2-0 e approda senza troppi patemi alle quarte semifinali consecutive di Tim Cup. Un gol per tempo per i bianconeri che aprono le marcature con un pregevole sinistro al volo di Douglas Costa (migliore in campo) e chiudono i conti con Mario Mandzukic. Nel Torino male Berenguer e Iago Falque, si salvano solo Niang e Milinkovic-Savic. Di seguito le pagelle di Juventus-Torino, quarto di finale della Coppa Italia 2018.

JUVENTUS (4-3-2-1):

Szczesny 6 – Per larghi tratti del match risulta inoperoso. Sbroglia la normale amministrazione e fa da spettatore perchè gli avversari dalle sue parti non si vedono quasi mai.

Sturaro 6 – In fase difensiva Berenguer non lo fa ammattire, per cui prova anche a spingersi in avanti con risultati alterni. Dal 1’st Lichtsteiner 6 – Entra in campo e si fa subito sentire sulla fascia destra. Corre molto e risulta più utile di Sturaro.

Rugani 6,5 – Perde Niang in una sola occasione e quasi ci scappa il gol. Per il resto partita attenta e solida, nonostante arrivasse da un periodo nel quale ha visto più la panchina che il campo.

Chiellini 6,5 – Il Torino gli gira al largo e il capitano di questa serata si fa sempre trovare attento e impeccabile come consuetudine.

Asamoah 6,5 – Iago Falque non si vede quasi mai ed il ghanese rimane in costante spinta offensiva. Corre chilometri su chilometri, gli manca solo un pizzico di precisione in fase di attacco

Pjanic 7 – Comanda il centrocampo con grande maestria. Quando il bosniaco è in campo la Juventus gira al massimo. Sontuoso.

Marchisio 6,5 – Prova di grande sostanza in appoggio a Pjanic. Non sbaglia nulla e prova anche qualche inserimento. Cala leggermente nella ripresa e lascia il campo dopo un quarto d’ora con la borsa dell’acqua calda sulla coscia. Dal 15’st Khedira 6 – Recupera il discusso pallone in avvio dell’azione del raddoppio e rileva Marchisio in mediana. Il tedesco fa il suo senza strafare.

Matuidi 7 – Moto perpetuo, lo si trova ovunque sia in fase di chiusura che di ripartenza. I centrocampisti del Torino lo soffrono parecchio e il francese si fa sempre più pericoloso in fase offensiva.

Douglas Costa 7 – Segna un bellissimo gol con un bel sinistro in girata. Prima e dopo tocchi di classe, accelerazioni incredibili e lampi di grande calcio

Dybala 6,5 – Tanta buona volontà, minor precisione. Sbaglia appoggi non da lui e in fase di finalizzazione spreca alcune chance d’oro. Da il via al rocambolesco gol del raddoppio.

Mandzukic 7 – Da solo tiene a bada i due centrali granata tra sponde di testa e appoggi per favorire i compagni. Segna il gol del 2-0 con un tocco sotto di pregevole fattura. Quando è in serate simili la Juventus gioca con un uomo in più. Dal 32’st Higuain s.v.

TORINO (4-3-3):

Milinkovic-Savic 6 – Sui gol non può nulla, per il resto para tutto quello che riesce e chiude in diverse occasioni su azioni pericolose. La Juve lo grazia in altre occasioni.

De Silvestri 5,5 – Dalla sua parte Asamoah lo mette in grossa difficoltà, ma l’ex laziale prova ad opporsi per quanto possibile. Cala nella ripresa come tutto il reparto e la squadra.

N’Kolou 5,5 – Soffre, e non poco, Mandzukic con il quale combatte lungo tutto il corso del match. Sull’azione del 2-0 il croato lo beffa dopo un rimpallo e lui non può opporsi.

Burdisso 5 – Primo tempo di sofferenza nel quale lascia troppo campo a Dybala e compagnia. Nella seconda fase dell’incontro si fa notare per un duro intervento su Dybala e poco altro.

Molinaro 5,5 – Douglas Costa è un avversario davvero complicato e l’ex bianconero non lo vede quasi mai. Prova a non affondare e, tutto sommato, non fa malissimo

Rincon 5,5 – In mezzo al campo la Juventus fa quello che vuole e il venezuelano è lontano dai suoi standard di rendimento. Troppo nervoso, sente in maniera particolare il confronto con gli ex compagni.

Acquah 5- Come i compagni fa fatica, ma in alcune occasioni prova a gestire il pallone facendosi vedere in avanti. Per il resto nulla da segnalare. Dal 35’st Boye s.v.

Baselli 5 – In campionato lasciò i suoi compagni in 10 dopo nemmeno un tempo, stavolta in campo ci rimane, ma con scarsi risultati. Da lui ci si attende molto di più Dal 35’st Obi s.v.

Iago Falque 4,5 – Novanta minuti da non pervenuto. Tocca pochi palloni e non si rende mai pericoloso in avanti. Il Torino avrebbe bisogno di ben altro e lui, se possibile, sparisce progressivamente con il passare del tempo.

Niang 6 – Ha un paio di palloni giocabili e quasi segna il gol del pareggio. Il suo bel diagonale di sinistro si stampa sul palo. Nella ripresa i compagni non gli servono nemmeno l’ombra di un pallone. Dal 35’st De Luca s.v.

Berenguer 4,5 – Come Iago Falque risulta inconcludente e mai nel vivo del gioco. Lo spagnolo viene sovrastato dagli avversari e non si vede letteralmente mai.

 

 

 

 

 





 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Torino FC

Lascia un commento

scroll to top