Biathlon, Coppa del Mondo Anterselva 2018: Johannes Boe di un altro pianeta! Domina l’inseguimento davanti a Martin Fourcade, azzurri indietro

Johannes-Boe.jpg

Foto: Nicolò Persico


Implacabile, mostruoso, di un altro pianeta. Non ci sono altri termini per definire la prestazione messa in scena da Johannes Boe nell’inseguimento di Anterselva. Il norvegese ha letteralmente dominato, stravincendo davanti al rivale Martin Fourcade. È stata una gara perfetta, condotta dall’inizio alla fine, senza alcun errore al tiro. Un trionfo totale, l’ottavo della stagione, continuando a tenere il fiato sul collo di Fourcade, soprattutto in vista delle Olimpiadi Invernali di PyeongChang.

Come capitato sempre quest’anno, si è lottato per il terzo posto. Non c’è stata sfida nemmeno per il primo, però, perché la questione tra Boe e Fourcade si è risolta al primo poligono: il norvegese ha conservato il vantaggio con cui partiva dalla sprint e ha chiuso la prima serie con lo zero, mentre il suo rivale transalpino ha trovato il suo unico errore della gara. Johannes è così volato via, senza accontentarsi ma macinando chilometri sugli sci e soprattutto bersagli: oggi lo scandinavo è stato davvero impressionante per solidità e rapidità nelle quattro serie. Boe ha così trionfato senza problemi, concedendosi il lusso di fermarsi, prendere la bandiera e tagliare il traguardo mantenendo un minuto su Fourcade. Per il francese si tratta comunque del 14° podio in 14 gare. In Corea, tra tre settimane, ne vedremo delle belle.

Si è lottato per il terzo posto, dunque, e la battaglia è stata vinta da Anton Shipulin, che ha preceduto il tedesco Arnd Peiffer. Nonostante un errore nella prima serie, il russo ha rimontato e operato il sorpasso già al secondo poligono, complice l’errore del rivale, più lento nel range time. Shipulin si è così avvantaggiato ulteriormente nella parte sciata, centrando il secondo podio individuale della stagione, a 1’18” da Boe. Peiffer è arrivato a 1’47”, precedendo di 10″ il norvegese Emil Hegle Svendsen. Al sesto posto si è piazzato il francese Emilien Jacquelin (+2′), in lotta per il terzo posto fino alla seconda serie di spari, davanti all’austriaco Simon Eder (+2’03”), crollato negli ultimi due giri dopo una bella rimonta. Chiudono la top ten il francese Simon Desthieux (+2’22”), il norvegese Lars Helge Birkeland (+2’25”) e l’austriaco Julian Eberhard (+2’26”).

Azzurri indietro, in difficoltà anche oggi, ma non è tutto da buttare. Dominik Windisch ha chiuso in 17^ posizione (+2’49”): peccato per i 5 errori al poligono (2 a terra, 3 in piedi), perché l’italiano ha chiuso la gara con il miglior tempo sugli sci (complice, c’è da dire, l’assenza di lotta tra Bou e Fourcade). Un segnale che fa ben sperare per le prossime gare. Stesso discorso per Lukas Hofer, 36° (+4′), con il terzo tempo nel fondo ma con 6 bersagli non coperti (3 solo nella prima serie). Chiude il terzetto italiano Giuseppe Montello, 47° (+4’54”), con 4 errori nelle quattro serie di spari.

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BIATHLON

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Nicolò Persico

Lascia un commento

scroll to top