Antonio Conte prossimo CT dell’Italia? Rottura con il Chelsea, il sogno Nazionale è vivo. Si aspettano le elezioni

Antonio-Conte_profilo-twitter-Uefa.jpg


Antonio Conte sarebbe pronto per lasciare la panchina del Chelsea. Gli intrighi di mercato sembrano portare a questo esito, il tecnico pugliese dovrebbe lasciare Stamford Bridge a fine stagione dopo aver conquistato la Premier League nel 2017. Questa stagione non si sta rivelando particolarmente esaltante in campionato ma c’è ancora il sogno Champions League dopo il secondo posto nel girone alle spalle della Roma. Qualcosa sembra essersi rotto con l’ambiente e con i giocatori, le recenti liti con Mourinho hanno scaldato ulteriormente la situazione e salvo ribaltoni Conte abbandonerà l’Inghilterra. Direzione Italia.

Stando alle ultime indiscrezioni, infatti, sarebbe proprio Antonio Conte l’indiziato numero uno per il ruolo di CT della nostra Nazionale dopo la mancata qualificazione ai Mondiali 2018. Spetterebbe al roccioso guerriero, protagonista di momenti indimenticabili agli Europei 2016 (conclusi ai quarti di finale, battuti soltanto ai rigori dalla Germania), il compito si risollevare le sorti di un movimento che è davvero all’anno zero e che sta soffrendo come non mai. Stiamo attraversando il momento peggiore della storia e dobbiamo immediatamente rialzare la testa, ci vuole un tecnico combattivo, grintoso e tecnicamente maniacale che sappia ridare fiducia a un gruppo sembrato spompato durante la gestione Ventura.


Tutto però dipenderà dall’esito delle elezioni federali in programma il prossimo 29 gennaio. Dopo le dimissioni di Carlo Tavecchio sembra regnare il caos e si fatica ancora a comprendere quali saranno gli uomini che si sfideranno per la Presidebza della FIGC: Damiano Tommaso, Cosimo Sibilia e Gabriele Gravina sembrano essere i candidati ma al momento non c’è alcuna ufficialità e le varie Leghe si stanno rincorrendo per decidere il proprio candidato. Soltanto da febbraio si inizieranno seriamente a intensificare i rapporti con i candidati alla panchina (tra cui ci sarebbero anche Carlo Ancelotti e Roberto Mancini) ma Antonio Conte sembra essere in pole position, pronto a un grande rientro dopo aver guidato gli azzurri nel biennio che ha seguito i fallimentari Mondiali in Brasile.

I 10 milioni di tesoretto a disposizione della Federazione potrebbero convincerlo al rientro, la sua voglia di Italia è tanta come ha lasciato trapelare nelle ultime dichiarazioni e gli appassionati lo aspettano sulla panchina più importante per rilanciarci. Intanto il Chelsea dovrebbe affidarsi a Luis Enrique, ex di Roma e soprattutto Barcellona con cui ha vinto due campionati e una Champions League.

 





Lascia un commento

scroll to top