Sci alpino, Coppa del Mondo 2017-2018: la scossa positiva di Sofia Goggia. Velocisti a corrente alternata


Doveva essere il weekend del riscatto e lo è stato per Sofia Goggia. La bergamasca è certamente la protagonista del fine settimana azzurro, grazie ai due piazzamenti sul podio ottenuti in superG in Val d’Isere. Seconda il sabato dietro ad una formidabile Lindsey Vonn e poi terza ieri battuta da una ritrovata Anna Veith e dalla leader della classifica di specialità Tina Weirather.

Serviva una scossa all’interno della stagione di Sofia, che ha sofferto, soprattutto sul piano mentale, un inizio d’anno sicuramente al di sotto delle aspettative. La sciatrice nativa di Bergamo si è rivolta anche ad uno psicologo per uscire da questa piccola crisi, ma la sensazione era davvero quella che servisse all’azzurra una bella gara sul podio e l’urlo di liberazione sabato al traguardo ne è la prova.
Adesso comincia probabilmente una nuova stagione per Sofia e già martedì c’è la più classifica delle prove del nove: il gigante di Courchevel, in una specialità che le ha regalato il bronzo mondiale e dove finora ha raccolto un’uscita a Soelden e un quindicesimo posto a Killington.

Un podio solamente sfiorato dai velocisti azzurri in Val Gardena. Sulla Saslong Christof Innerhofer e Dominik Paris chiudono rispettivamente al quinto e al sesto posto in discesa libera, cancellando solo in parte il disastroso superG della giornata precedente, anche se entrambi sono stati condizionati da una scarsa visibilità. Weekend poco positivo per Peter Fill, ottavo in supergigante e addirittura 57esimo in discesa libera.

Squadra di velocità maschile che sta vivendo su una vera e propria altalena, con buoni risultati che si alternano a grandi debacle. Purtroppo continua ad esserci sempre quello zero nella casella dei piazzamenti sul podio, che pesa come un macigno sul giudizio di questa prima parte di stagione. Dai velocisti italiani si pretende molto, soprattutto in ottica Olimpiadi, che restano il grande obiettivo di questa stagione, ma intanto gli avversari (norvegesi e austriaci soprattutto) sembrano avere finora qualcosa in più.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLO SCI ALPINO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facciotti-Pentaphoto

Lascia un commento

scroll to top