Pallanuoto, A1 2017-2018: i migliori italiani dell’ottava giornata. Edoardo Manzi brilla a Brescia


Ottava giornata per il campionato di A1 di pallanuoto maschile: si tornano a giocare tutti gli incontri di sabato dopo un settimo turno spezzettato. Alla vigilia della pausa natalizia (sabato ci sarà infatti l’ultima giornata), cambia poco o niente in vetta alla classifica, con la coppia Pro Recco-AN Brescia che continua ad andare a braccetto senza particolari problemi. Segue sempre a tre lunghezze di distanza la Sport Management. Apertissima invece è la lotta sia per gli ultimi posti in chiave Final Six che per la salvezza. Andiamo a scoprire i migliori italiani di questo turno.

Edoardo Manzi: prestazione monstre per uno dei migliori talenti della pallanuoto italica. Il giovane mancino timbra il cartellino addirittura quattro volte nel successo dell’AN Brescia in casa sul Torino, dimostrandosi davvero una delle più importanti bocche da fuoco della squadra lombarda. Sandro Bovo crede in lui e le performance gara dopo gara ripagano la fiducia. E Sandro Campagna…?

Giorgio Torrisi: ancora una volta è lui a guidare il Catania. Poker per il classe 90′ che si conferma una delle sorprese di questo campionato di A1 (ha raggiunto quota 19 reti, posizionato davvero bene in classifica marcatori). La compagine siciliana continua a volare (vittoria sull’Acquachiara) grazie, soprattutto, al proprio bomber.

Andrea Fondelli: tripletta per uno degli uomini principali della Sport Management. In un match piuttosto lottato come quello vinto dai Mastini alla Scandone in casa del Posillipo c’è stato bisogno della classe del difensore ex Pro Recco per trionfare.





Giacomo Lanzoni: altra gran prestazione per il classe ’93 che guida il Bogliasco al pareggio i liguri in casa con una Florentia scatenata.

Nicholas Presciutti: nella sfida tutta in famiglia tra i Presciutti a prevalere è il fratello intermedio. Brescia-Torino valeva molto più che tre punti, da una parte Nicholas (tripletta) e Christian, dall’altra Daniel. Lotta in acqua, tanto amore fuori.

 

Foto: Christophe Raux-Casals

Lascia un commento

scroll to top