Calcio a 5, una sconfitta e una vittoria per l’Italia nelle due amichevoli con l’Ucraina. In luce i talenti dell’Acqua&Sapone

Italia-calcio-a-5-mondiali-2016-foto-facebook-fifa-futsal-world-cup.jpg

Italia a due facce nelle ultime due amichevoli di preparazione agli Europei 2017, in programma a Lubiana, in Slovenia, tra il 30 gennaio e il 10 febbraio. Gli azzurri hanno fatto tappa a Kharkhiv, in Ucraina, per sfidare i padroni di casa in due test utili al ct Roberto Menichelli per mettere alla prova il team azzurro in vista dell’appuntamento clou che andrà in scena all’inizio del prossimo anno. L’Ucraina, d’altra parte, è inclusa nel girone C degli Europei con Portogallo e Romania, mentre l’Italia fa parte del gruppo A con Slovenia e Serbia.

Il primo incontro di martedì 5 dicembre al palazzetto Lokomotiv ha visto gli azzurri soccombere 3-2 al cospetto dell’Ucraina. A condizionare l’Italia sono state le espulsioni di Alex Merlim e Massimo De Luca e l’avvio di gara choc, contraddistinto dalle reti di Razuvanov e Korolyshyn nei primi 5 minuti. Con l’uomo in meno gli azzurri hanno accorciato le distanze grazie a Schininà, ma a 2′ dall’intervallo l’Ucraina ha piazzato l’allungo con Zhurba. Nella ripresa l’Italia è entrata in campo con ben altro piglio, andando a segno con Ercolessi e sfiorando il pareggio con Lima, sfortunato nel colpire la traversa con un destro a giro dalla distanza. A 3′ dalla fine De Luca si è scontrato con il portiere ucraino, ma l’arbitro non ha ravvisato gli estremi per il penalty, mostrando il secondo cartellino giallo per simulazione al laterale del Napoli e ponendo le pietra tombale sulle speranze di rimonta degli azzurri, costretti così ad incassare la sconfitta per 3-2.

Ben diverso l’andamento del secondo confronto, in programma ancora a Kharkhiv il giorno seguente, mercoledì 6 dicembre. L’Italia è andata nuovamente sotto in avvio con un gol di Bilotserkyvets, bravo nel sorprendere l’estremo difensore azzurro sul primo palo sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma lo svantaggio è durato appena qualche minuto. De Oliveira, infatti, ha deciso di salire in cattedra e di trafiggere il portiere con una bomba all’incrocio dei pali. Poco dopo è stato Lima a servire in area un rasoterra su cui Calderolli è stato lesto ad anticipare l’avversario e a deviare in rete la sfera. De Oliveira e Calderolli, coppia dell’Acqua&Sapone Unigross, hanno dunque apposto il sigillo sul successo per 2-1 in rimonta dopo il passo falso del giorno precedente, una vittoria che dà linfa alle speranze degli azzurri di ben figurare a Lubiana e dimenticare l’esperienza di Belgrado 2016 con la cocente eliminazione ai quarti ad opera del Kazakistan.





mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook FIFA Futsal World Cup

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top