Basket, EuroCup 2017-2018: vittorie fondamentali per Trento e Torino. Reggio Emilia spreca e perde: Top16 lontana


Due su tre per le squadre italiane nell’ottavo turno dell’EuroCup 2017-2018. Se Trento e Torino possono sorridere, rimanendo pienamente in corsa per la qualificazione alla Top16, non può fare altrettanto Reggio Emilia, incappata in una brutta sconfitta che ne compromette il cammino.

Vittoria di capitale importanza per Trento, che ha espugnato il parquet del Tofas Bursa per 91-79 grazie ad una grande prestazione di Dominique Sutton, in doppia doppia con 24 punti e 12 rimbalzi. Partita perfetta per la squadra di Massimo Buscaglia sin dall’avvio; è stata infatti la Dolomiti a comandare il gioco, nonostante la fisicità dei turchi. La difesa, alla lunga, ha fatto la differenza, con Buscaglia che ha schierato i suoi a zona, facendo il vuoto nel secondo quarto grazie alle conclusioni Shields e Sutton dall’arco. All’intervallo Trento è andata negli spogliatoi sul +7 (42-49), vantaggio incrementato poi al rientro in campo, grazie all’aggressività della difesa che ha scatenato i trentini in contropiede. Mejia è stato l’ultimo a mollare, ma non c’è stato nulla da fare: l’Aquila è stata solida e decisa, raggiungendo la vittoria finale per 91-79. Un successo d’oro, il secondo consecutivo, con il quale la Dolomiti Energia non solo ha ribaltato il doppio confronto, ma ha raggiunto in classifica proprio il Tofas e lo Zenit alle spalle dell’Asvel Villeurbanne. A due gare dal termine il discorso qualificazione, che pareva compromesso prima della sosta, è più aperto che mai.

Il tabellino

Tofas Bursa – Dolomiti Energia Trentino 79-91 (16-21, 26-25, 17-21, 20-24)

Bursa: Morgan 11, Ermis 4, Arslan, Crocker 5, Mejia 13, Henry 15, Topalogli n.e., Konuk n.e., Owens 5, Paunic, Kadji 18, Yasar n.e.

Trento: Franke, Sutton 24, Silins 6, Forray 12, Conti n.e., Flaccadori 7, Gutierrez 13, Gomes 15, Lechthaler 2, Shields 12

 

Torna alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive la Fiat Torino e lo fa nel momento più importante della sua avventura in EuroCup. La squadra di Luca Banchi ha battuto il Levallois Metropolitans per 92-86. Un successo che ha consentito ai torinesi di portarsi in quarta posizione, agganciando Zagabria, battuta ad Andorra. Un successo costruito sin dal primo quarto dalla Fiat, con 31 punti segnati nel primo parziale sull’asse tutto italiano Okeke-Iannuzzi, che hanno combinato per 16 punti nei primi 10′. Il vantaggio al primo mini-riposo è stato di 15 punti, un margine che la squadra italiana ha saputo poi controllare. Fino al secondo tempo, però, quando la partita di Torino è cambiata totalmente: i ragazzi di Banchi si sono inceppati in attacco, concedendo autostrade in difesa che hanno consentito ai francesi di portarsi fino al -2 a 3′ dalla fine grazie a Boris Diaw (23 punti). La sveglia del coach, però, è servita, perché la Fiat non ha più concesso nulla ed è riuscita a portare a casa il trionfo. I prossimi due impegni saranno quindi decisivi: Torino affronterà Darussafaka e Unics Kazan, prime due nel girone ma già qualificate.

Il tabellino

Fiat Torino – Levallois Metropolitans 92-86 (31-14, 20-24, 21-23, 20-25)

Torino: Garrett 13, Parente n.e., Vujacic 17, Poeta 5, Stephens n.e., Patterson 11, Washington 14, Okeke 10, Jones 2, Mazzola 2, Mbakwe 6, Iannuzzi 12

Levallois: Odom 9, Francisco 11, Lesca, Leslie 15, Roos 3, Prepelic 11, Campbell 8, Loubaki n.e., Ware 1, Eliezer 5, Diaw 23, Fevrier n.e.

 

Sconfitta dolorosissima per la Grissin Bon Reggio Emilia, che ha sprecato tutto nel finale perdendo poi all’overtime lo scontro diretto contro il Lietkabelis Panevezys per 82-85. Uno stop, il secondo consecutivo, che compromette seriamente il cammino dei reggiani verso la Top16: i biancorossi si trovano infatti al quinto posto in parità con il Galatasaray (in svantaggio nel doppio confronto) e sono obbligati a vincere entrambe le partite che rimangono. Rimanendo all’incontro di questa sera, è stato l’ex Ksistof Lavrinovic (18 punti) a condannare Reggio, che nel primo tempo aveva retto bene il campo e fatto la partita, guidata da Markoishvili (18 punti) e dal solito Amedeo Della Valle (20 punti). La Grissin Bon è stata spesso avanti nel punteggio (40-37 all’intervallo), senza mai riuscire però a scavare il solco decisivo. Nel finale, proprio un errore di Della Valle ha condannato Reggio all’overtime, risultato fatale. A passare è stato il Lietkabelis, che con questa vittoria stacca proprio la squadra italiana, avvicinandosi alla qualificazione.

Il tabellino

Grissin Bon Reggio Emilia – Lietkabelis Panevezys 82-85 (18-15, 22-22, 16-19, 16-16, 10-13)

Reggio Emilia: Mussini, Wright 14, Bonacini n.e., Candi, Della Valle 20, White 10, Reynolds 8, Markoishvili 18, Dellosto n.e., Sane 6, Llompart 1, De Vico 5

Lietkabelis: Tarolis 2, Williams 4, Juskevicius 12, Aukstikalnis, D. Lavrinovic 8, Leonavicius 1, Talton 3, K. Lavrinovic 18, Jasaitis 9, Cepukaitis, Peiners 17, Skucas 11

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS DI BASKET

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top