Volley, SuperLega 2017-2018 – Settima giornata: pagelle, top e flop. Van Garderen dalla panchina, Stankovic riemerge, epico ace di Stern, Nelli e Randazzo on fire

Nel weekend si è disputata la settima giornata della SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile. Il turno si completerà mercoledì sera con il big match tra Perugia e Trento. Di seguito le pagelle, i top & flop della giornata.

 

STEPHEN MAAR e TONCEK STERN: 10. Gli eroi di Verona che sconfigge Ravenna al termine di una partita leggendaria, la più lunga della storia della Serie A con un tie-break di mezz’ora. Lo schiacciatore è il grande top scorer (23 punti), l’opposto ribalta il primo set con un turno in battuta micidiale e poi piazza il beffardo ace che vale la vittoria (20 punti, 4 aces). Merita una menzione anche il martello Federico Marretta, buttato in mischia al posto di Jaeschke.

MAARTEN VAN GARDEREN: 9. Emblema della validità della panchina di Modena che deve sudare per espugnare il campo di Latina e ci riesce soprattutto grazie al contributo dello schiacciatore olandese, autore di 18 punti (60% in attacco e 63% in ricezione). Viene scelto da Stoytchev per sostituire Urnaut e ci riuscirà egregiamente, intendendosi benissimo con Bruninho e il compagno di reparto Earvin Ngapeth.

DRAGAN STANKOVIC: 8,5. Il capitano della Lube torna protagonista visto che Medei opera un turn-over per sconfiggere la piccola Sora. Il centrale si carica la squadra sulle spalle, firma 14 punti con l’85% in attacco ed è sempre molto attivo in coppia con Tsvetan Sokolov nella giornata in cui Osmany Juantorena non deve strafare.

GABRIELE NELLI e LUIGI RANDAZZO: 8. Ormai sono letteralmente esplosi: avevano bisogno soltanto di giocare con continuità e avere la fiducia del posto da titolare per poter rendere al meglio. Padova ringrazia ed è in piena zona playoff dopo aver sconfitto Monza, show assurdo dell’opposto che timbra 28 punti (68% in attacco, 4 muri), grande solidità dello schiacciatore in tutti i fondamentali (21 punti, 48% in ricezione e 49% in attacco).

NIMIR ABDEL-AZIZ e GIANLUCA GALASSI: 8. Milano torna al successo dopo quattro sconfitte battendo Vibo Valentia. L’opposto olandese come al solito macina grande gioco e sigla 24 punti, il giovane centrale italiano entra in campo a metà partita e risulta decisivo per la svolta (10 punti).

 

SORA: 5. Era difficile poter tenere testa a Civitanova ma era lecito aspettarsi una partita più combattiva. E invece arriva la settima sconfitta consecutiva, solo 1 punto in classifica e ancora a secco di vittorie in stagione.

MONZA: 5. Brutto avvio di stagione per i brianzoli che hanno vinto soltanto due partite e che non riescono nemmeno a ingranare, perdendo anche con squadre con cui dovrebbero giocarsela per inseguire i playoff. Contro Padova è stato decisivo il terzo set finito 36-34, Dzavoronok e Finger non possono bastare per contenere i colpi di Nelli e Randazzo.

CASTELLANA GROTTE: 5. Tonfo casalingo contro Piacenza, i ragazzi di Lorizio provano a riemergere con Cazzaniga e Moreira ma è troppo poco.





 

(foto Ettore Griffoni)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf, PGA Tour 2018: Patton Kizzire si aggiudica l’OHL Classic at Mayakoba all’ultimo respiro

Rugby, per l’Italia iniezione di fiducia dopo la vittoria di Catania. Ora con l’Argentina per avvicinarsi alla Top 10 mondiale