Volley, SuperLega 2017-2018 – Settima giornata, i migliori italiani. Nelli e Randazzo indemoniati, Marretta rivelazione, Savani eterno, recupero Parodi

Volley-Padova-Nelli-GriffoniE-03.jpg

Nel weekend si è disputata la settima giornata della SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile. Il turno si completerà mercoledì sera con il big match tra Perugia e Trento. Vediamo quali sono gli italiani che si sono messi maggiormente in luce.

 

FEDERICO MARRETTA. Che impatto del 27enne schiacciatore. Verona deve fare a meno di Jaeschke e allora Grbic si deve affidare alla grande novità che verrà premiato anche come MVP, decisivo insieme alle stelle Stern e Maar nel successo su Ravenna.

CRISTIAN SAVANI. Se continua a giocare in questo modo bisognerebbe fare anche un pensierino per la Nazionale anche se si è chiamato fuori da cinque anni. Lo schiacciatore, insieme a Starovic, fa sudare le sette camicie a Modena, mette seriamente in difficoltà gli avversari con il suo attacco (18 punti) anche se alla lunga salta fuori il maggior tasso tecnico degli avversari.

GABRIELE NELLI e LUIGI RANDAZZO. Ormai sono letteralmente esplosi: avevano bisogno soltanto di giocare con continuità e avere la fiducia del posto da titolare per poter rendere al meglio. Padova ringrazia ed è in piena zona playoff dopo aver sconfitto Monza, show assurdo dell’opposto che timbra 28 punti (68% in attacco, 4 muri), grande solidità dello schiacciatore in tutti i fondamentali (21 punti, 48% in ricezione e 49% in attacco).

GIANLUCA GALASSI. Dà la svolta giusta a Milano, subentra dopo due set e i meneghini cambiano marcia mettendo sotto Vibo Valentia. Il giovane centrale è decisivo e viene premto anche come MVP, sigla 10 punti pesanti.

SIMONE PARODI. Continua il suo eccellente lavoro di recupero, ormai è un giocatore completamente ritrovato. Determinante per la vittoria di Piacenza a Vibo Valentia con i suoi 13 punti, 50% in attacco e 64% in ricezione.

 





(foto Ettore Griffoni)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top