Volley, SuperLega 2017-2018 – Quali sono i nomi nuovi in casa Italia? Nelli e Randazzo si lanciano, riscossa Parodi e Antonov, quanti giovani e centrali

Padova-volley.jpg

Si sono già disputate cinque giornate di SuperLega e il massimo campionato italiano di volley maschile ha già espresso alcuni verdetti importanti come la fuga di Modena e Perugia, la crisi di Trento e Verona, la rivelazione Ravenna. Diversi giocatori si sono confermati ad altissimo livello ma scopriamo quali sono i nomi nuovi che il torneo ha rivelato, soprattutto in casa Italia e in ottica Nazionale.

Gabriele Nelli e Filippo Randazzo stanno finalmente avendo lo spazio che meritano, Padova ha dato fiducia a due validi prospetti italiani e infatti stanno facendo la differenza: i veneti hanno già vinto due partite, hanno trascinato Verona al tie-break e si stanno comunque mettendo in luce. Il 23enne opposto ha lasciato Trento dove sarebbe stato chiuso da Luca Vettori e ha subito iniziato a picchiare forte ma la crescita maggiore è stata quella del 23enne schiacciatore che dopo un’estate in Nazionale sembra essere galvanizzato. Entrambi si stanno trovando bene con la regia di Dragan Travica in una formazione quasi tutta italiana dopo anche il centrale Alberto Polo sta mostrando buone cose (ha 22 anni).

Andrea Giani sta facendo un buon lavoro con i giovani a Milano anche se gli infortuni non gli stanno certamente dato una mano. Il 19enne Riccardo Sbertoli era sempre più anima della Revivre ma il palleggiatore si è infortunato al pari del libero Fabio Fanuli che però ha lasciato il posto al 20enne Alessandro Piccinelli, senza dimenticarsi del centrale Gianluca Galassi (altro classe 1997).

Nella Ravenna dei miracoli trova spazio da titolare il buon Enrico Diamantini, 24enne centrale che ha già fatto la differenza contro Milano affiancato dal 21enne Marco Vitelli che gioca dei buoni scampoli di partita. Fabio Ricci era già nella rosa della Nazionale che ha partecipato agli Europei ma il salto di categoria passando da Ravenna a Perugia è stato ben digerito, nell’ultimo turno il centrale è riuscito a brillare accanto a Podrascanin.

Luca Spirito non sta facendo malissimo in regia a Verona anche se la situazione non è delle migliori in casa Calzedonia, il libero Ludovico Giuliani ha davvero un futuro davanti a sé: il 19enne figlio di Alberto è il secondo libero di Piacenza, ha cambiato il derby contro Ravenna e ha sempre brillato nei frangenti avuti a disposizione dimostrando di poter crescere tantissimo. Attenzione anche al 23enne Elia Bossi, centrale che nelle ultime due partite ha giocato titolare a Modena facendo bella figura.

Edoardo Caneschi, centrale classe 1997, ha avuto un po’ di spazio a Sora. Ma soprattutto questa SuperLega è riuscita finalmente a rilanciare Oleg Antonov e Simone Parodi: non sono ovviamente dei giovani di primo pelo ma un segnale da parte loro era davvero attesissimo.

 

 





(foto Ettore Griffoni)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top