Short track, Coppa del Mondo Shanghai 2017: Arianna Fontana in forma olimpica. La staffetta femminile è convincente

Arianna-Fontana-Renzo-Brico-2.jpg

Nella terza tappa di Coppa del Mondo 2017-2018 di short track a Shanghai le notizie liete per la squadra azzurra arrivano dal settore femminile.

Le ragazze si sono esaltate sul ghiaccio cinese guidate dalla solita Arianna Fontana. L’Angelo Biondo vola alla volta di Seoul (Corea del Sud), 4° round di World Cup in programma nel prossimo weekend, con un secondo ed un terzo posto nei 500m e 1000m esibendo una condizione olimpica. La valtellinese infatti ha accumulato punti importanti nell’ottica “Qualificazione a Cinque Cerchi” ed è la leader di un gruppo assai convincente oltre che della graduatoria di specialità dei 500m.

Rank Name ISU Member HUN NED CHN KOR Total
1 FONTANA Arianna ITA 8000 2621 8000 18621
2 BOUTIN Kim CAN 8000 10000 18000
3 ST-GELAIS Marianne CAN 5120 10000 15120
4 VALCEPINA Martina ITA 1678 6400 5120 13198
5 CHOI Min Jeong KOR 10000 2097 352 12449
6 FAN Kexin CHN 4096 4096 3277 11469
7 PROSVIRNOVA Sofia RUS 352 550 6400 7302
8 BINEY Maame USA 2621 352 4096 7069
9 SHIM Suk Hee KOR 6400 6400
10 van KERKHOF Yara NED 180 5120 1074 6374

Bel Paese che fa la voce grossa anche grazie a Martina Valcepina in grande forma soprattutto nei 500 metri ed altrettanto sfortunata. L’atleta azzurra, infatti, ha conquistato la finale vincendo la heat 1 davanti proprio alla Fontana ed era in testa anche nell’atto conclusivo, salvo poi essere toccata dalla russa Sofia Prosvirnova e terminare la sua corsa contro le barriere, per fortuna senza riportare conseguenze. Un quarto posto finale amaro che però fa ben sperare nell’ottica delle prossime gare.

Un gruppo delle donne che, come detto, ha poi suggellato il suo status di eccellenza con il podio nella staffetta, importantissimo per l’ottenimento del pass olimpico. Il quartetto composto da Arianna Fontana, Martina Valcepina, Lucia Peretti e Cecilia Maffei è stato battuto solo dalla fortissima Corea del Sud e dalla Cina, in una finale che ha visto anche la squalifica del Canada ed ha permesso di ipotecare praticamente la partecipazione ai Giochi (a Seoul si assegneranno gli ultimi punti disponibili).

Sul versante maschile, invece, la situazione non è delle migliori, con gli azzurri che a meno di miracoli nell’ultima tappa coreana sono fuori dal roster delle migliori compagini. Nelle specialità individuali è da sottolineare il secondo posto di Yuri Confortola nella finale B dei 1500 metri ma per il resto non ci sono riscontri per cui essere così ottimisti. Si può dunque parlare di una Nazionale a forte trazione femminile…

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SULLO SHORT TRACK

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Renzo Brico

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top