Sci alpino, Slalom femminile Levi 2017: le pagelle. Vlhova perfetta, Shiffrin si scopre battibile. La “solita” Italia

Shiffrin-2-Pier-Colombo.jpg

Il primo slalom della stagione di Coppa del Mondo ha la firma di Petra Vlhova. La slovacca trionfa davanti a Mikaela Shiffrin e Wendy Holdener. Brutta gara per le azzurre. Queste le pagelle della prova di Levi.

Petra Vlhova 8: un piccolo capolavoro in quel di Levi. Terza vittoria in carriera per la slovacca, che batte ancora una volta come ad Aspen Mikaela Shiffrin, ma sul tracciato finlandese Petra ha ottenuto una vittoria diversa, recuperando questa volta l’americana. Potrebbe essere un successo che sa tanto di definitiva consacrazione per la slovacca, che si candida a vivere una stagione da grande protagonista, con un duello che può davvero essere tra i più belli della Coppa del Mondo.

Mikaela Shiffrin 6,5: oggi si è scoperta battibile. Per la prima volta nella carriera ha dato la sensazione di non poter dominare come sempre ha fatto. Sul piano non è riuscita a fare la differenza come sempre e sul ripido ha mostrato qualche crepa. Finalmente una Shiffrin “umana” e forse questa gara può davvero segnare una svolta per tutto lo slalom femminile mondiale, che può diventare molto più bello e competitivo.

Wendy Holdener 6,5: avesse sciato in entrambe le manche come ha fatto nella seconda probabilmente sarebbe salita lei sul gradino più alto del podio. Le manca davvero solo questo per ottenere la sua prima vittoria in carriera in questa specialità. Le due rivali sembrano imbattibili, ma l’elvetica ha i mezzi tecnici per poterle avvicinare ancora di più e battagliare con loro.

Melanie Meillard 7: talento sopraffino e che arriverà a breve a competere con le più forti della specialità. Alla fine è quinta, eguagliando il miglior risultato della carriera, ma deve assolutamente ripartire da questa seconda manche di Levi per credere davvero di poter avvicinare il vertice della classifica nel più breve tempo possibile.

Frida Hansdotter 6: la sensazione è quella che la svedese faccia sempre il compitino. Una regolarista per eccellenza e che qualche volta ha un guizzo vincente. Oggi non è stato così e alla fine è arrivato un quarto posto, non riuscendo a confermare la buona terza posizione della prima manche.

Italia 5: il copione purtroppo è sempre lo stesso da molte stagioni e anche oggi le azzurre sono lontanissime dalle posizioni che contano. Chiara Costazza, che ha cambiato posizione sugli sci, è apparsa la brutta copia della sciatrice convincente degli ultimi slalom dello scorso anno e ha chiuso addirittura al penultimo posto. Qualcosa di meglio ha fatto Manuela Moelgg (22a), ma la veterana azzurra ha pagato tantissimo sui piani. Mancava Irene Curtoni, ferma per un problema alla schiena, mentre non si sono qualificate nella prima manche Federica Sosio e Roberta Midali.

 





CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI SCI ALPINO 

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top