Pallanuoto, verso l’amichevole Italia-Grecia: sfida storica giocata da formazioni giovani

Settebello-2-Enrico.jpg

Una sfida storica, un cult della pallanuoto europea giocata spesso su palcoscenici mondiali o olimpici: Italia e Grecia si ritroveranno domani alle 20.00 a Ostia per un’amichevole che sarà il momento conclusivo del collegiale che le due nazionale hanno svolto insieme.

L’Italia si presenta a questo appuntamento con una formazione che è un mix di giocatori esperti e giovani rampanti: su tutti spicca il nome di Gianluigi Foglio, 22enne difensore barese del Posillipo, che torna in azzurro dopo due anni dall’ultima chiamata (non ha mai esordito in gara ufficiale).

In porta Sandro Campagna ruoterà certamente i tre effettivi: Marco Del Lungo, Gianmarco Nicosia e Francesco De Michelis. Curiosità per il ritorno di Edoardo Manzi e per la conferma dell’argentino appena naturalizzato Gonzalo Echenique, che il CT vuole rivedere dopo averlo chiamato già per il collegiale di fine ottobre.

Elevato sarà il minutaggio per il centroboa Lorenzo Bruni, il quale potrà alternarsi nel ruolo soltanto con il compagno di squadra Matteo Aicardi (entrambi appartenenti alla Pro Recco), mentre sono assenti alcuni elementi di spicco del Settebello, quali Michael Bodegas, Niccolò Gitto e Goran Volarevic.

Formazione giovane anche per la Grecia del CT Theodoris Vlachos, il quale ha mescolato all’esperienza dei vari Yiannis Fountoulis, Alexandros Gounas e Christodoulos Kolomvos, reduci dalla competizione iridata magiara, alcuni elementi dell’Under 20 ellenica, ovvero Alexandros Papanastasiou, Dimitris Nikolaidis, Dimitris Skoumpakis e Gregoris Giannopoulos, campioni del mondo di categoria.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Enrico Spada

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SULLA PALLANUOTO

roberto.santangelo@oasport.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top