Nuoto, Meeting Speedo Bolzano 2017: Nicolò Martinenghi e Fabio Scozzoli gli osservati speciali. Un test in vista degli Europei in vasca corta

credit-la-presse-Martinenghi13.jpg

Gian Mattia D'Alberto / lapresse 23-07-2017 Budapest sport 17mi Campionati Mondiali FINA di nuoto nella foto: Nicolo’ Martinenghi ITA Gian Mattia D'Alberto / lapresse 2017-07-23 Budapest 17th FINA World Championships in the photo: Nicolo’ Martinenghi ITA


Dal 4 al 5 novembre tanta Italia in vasca a Bolzano per la 21esima edizione dello Swimmeeting Alto Adige. Numerosa la pattuglia del Bel Paese nella quale spiccano i nomi di Nicolò Martinenghi e Fabio Scozzoli oltre a quelli di Marco Orsi, Matteo Rivolta, Matteo Milli, Simone Sabbioni, tra gli uomini, e di Alice Mizzau, Margherita Panziera, Erika Ferraiol, Aglaia Pezzato, tra le donne.

Una prima uscita interessante per annotare anche i tempi di cui saranno capaci gli azzurri a poco meno di un mese dagli Assoluti invernali di Riccione (1-2 dicembre) qualificanti per gli Europei in vasca corta di Copenhagen (Danimarca), programmati dal 13 al 17 dicembre.

In particolare i due ranisti saranno gli osservati speciali, reduci da una stagione molto intensa nella quale il giovane talento varesino è definitivamente esploso a livello assoluto migliorando il primato nazionale proprio di Scozzoli nei 100 rana, sfiorando il muro dei 58″ (59″01 in vasca lunga),  mentre il “Leone maturo” è tornato a ruggire nei 50 rana (26″91), abbassando un riscontro valso la finale mondiale a Budapest conclusa in sesta posizione. Piscina da 25 metri maggiormente gradita dall’emiliano rispetto al lombardo tuttavia, quando si è sul blocchetto di partenza, questi discorsi servono a poco e conta chi tocca per primo la piastra.

Ci sono attese dunque per verificare di cosa saranno capaci al pari di Marco Orsi. Il Bomber di Budrio viene da due stagioni decisamente complicate e per tornare quello che ottenne il titolo europeo in vasca corta a Netanaya nei 100 stile, un paio di stagioni fa, da novembre si aggregherà al gruppo Energy standard che annovera il britannico James Gibson in qualità di capo allenatore e nuotatori come Ben Proud (bronzo mondiale nei 50 sl, iridato nei 50 delfino), il finalista mondiale dei 100 sl, Sergey Shevtsov, ed altri campioni come Romanchuk, Rylov, D.Popov, Frolov, Kloptsov, Kliment. Un gruppo di lavoro decisamente interessante per l’allievo di Roberto Odaldi bisognoso di un confronto diretto con atleti di alto livello per uscire dal tunnel. Essendo già qualificato per il campionati europei in Danimarca non vi sarà l’assillo del tempo e di conseguenza la sua preparazione non risentirà della tensione della prestazione. Aspettative non così dissimili anche per Matteo Rivolta, desideroso di ritrovare le giuste sensazioni nei 50 e 100 delfino.

Un meeting che avrà anche un’interessante presenza straniera. L’olandese Kira Toussaint, la statunitense Madison Kennedy, la nazionale austriaca quasi al completo, i russi Evgeny Lagunov e Oleg Tikhobaev e i brasiliani Felipe Lima e Matheus de Santana sono tra gli atleti di spicco. Poi anche un pizzico d’Ungheria grazie ad Evelyn Verraszto, vincitrice di 19 medaglie nelle rassegne continentali dal 2009 al 2016, senza dimenticare l’altra americana Kendyl Stewart, vice campionessa del mondo nella staffetta mista 4 x 100 misti ai Mondiali di Kazan nel 2015.

Un menù decisamente succulento tutto da gustare in questo weekend, utile ai tecnici per fare il punto della situazione in vista dei prossimi eventi internazionali.

 

CLICCA QUI PER CONOSCERE IL PROGRAMMA DEL MEETING 

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Credit La Presse

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top